ore:  12:45 | allerta codice Arancio per rischio idrogeologico e Temporali Forti, dalle ore 00.00 fino alle ore 06.00 di Martedì 05 Ottobre 2021.

ore:  17:28 | Meteo, il sindaco De Pasquale: «Grande preoccupazione». Allerta massimo nella notte di lunedì. Domani 4 ottobre scuole aperte.

ore:  16:44 | Previsioni meteo: weekend con la pioggia . Lunedì giornata ancora di piogge e nubifragi

ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

venerdì, 14 aprile, 2017

http://www.antenna3.tv/2017/04/14/pd-le-carte-bollate-sono-lantitesi-della-politica-la-candidatura-di-zanetti-non-e-un-diktat-ma-il-risultato-di-una-campagna-di-ascolto/

Mediavideo Antenna3

PD: Le carte bollate sono l’antitesi della politica. La candidatura di Zanetti non è un diktat ma il risultato di una campagna di ascolto

di  Redazione web

Le carte bollate sono l’antitesi della politica. Ne certificano l’assenza. Dopo un percorso certo accidentato e difficile, l’annuncio che a meno di due mesi dal voto – in una campagna elettorale difficile come non mai – ci sia qualcuno che si accinge a rivolgersi ai giudici per il diritto ad utilizzare il simbolo del pd, dimostra l’incapacità di questi a stare dentro le regole.

Era già tutto previsto? Potrebbe essere così: il ricorso al Tribunale viene giustificato con argomenti risibili. Chi lo promuove sostiene che causa di tutto sarebbe il commissariamento e le “scelte” calate dall’alto. È vero il contrario: il commissariamento è la conseguenza, non la causa, di una situazione interna al pd locale che avrebbe ancora voluto far valere le vecchie logiche dei signori delle tessere anziché quelle del dialogo, del confronto. È la logica di chi agita la parola “discontinuità”, strumentalmente, dimenticando di aver avuto per oltre un decennio ruoli rilevanti sia nell’amministrazione sia nella direzione del partito.

Andrea Zanetti, la sua candidatura, non sono il frutto di diktat: al contrario. Sono il risultato di una campagna di ascolto non dei maggiorenti ma dei circoli, delle realtà di base, delle diverse parti sociali. Un risultato che contraddice le tesi di chi oggi, con la minaccia delle carte bollate e la prefigurazione di un finto civismo (“democratici per/di Carrara”?), sostiene che tutto sia stato eterodiretto. Zanetti è uomo con una storia e una collocazione attuale certo non “allineata” con la maggioranza regionale. È stato coerente, privatamente e pubblicamente, con questa sua appartenenza in molte occasioni, non ultima nel suo “schieramento” nel dibattito congressuale in corso.

Non è stata una scorciatoia, quindi: al contrario è stato il frutto di un percorso partecipato. Com’è nel suo stile, quello su cui sta impostando la costruzione del programma e sul quale intende uniformare l’azione amministrativa, una volta eletto. Non una artificiosa “discontinuità” ma una cambio radicale nelle logiche: probabilmente è questo che spaventa tanto chi oggi, rappresentando evidentemente un sistema vecchio, dopo aver cercato endorsment da esponenti ormai usciti dal partito (D’Alema), renziani (Fioroni) e non aver incassato quello del candidato alla segreteria Orlando, pensa di poter giocare la carta estrema. Bollata, appunto. Uno spregio alle tante donne e uomini che nel pd credono ancora. Uno spregio, soprattutto, ad una città che ha bisogno urgente di una amministrazione, e di dirigenti politici, capaci di (ri)generare e non di distruggere.

Quando la politica invece degenera nel puro gusto di guardarsi allo specchio, piacersi e compiacersi, evidentemente le proprie comunità (sia quella politica, del pd, sia quella civica, Carrara) diventano un alibi. O un problema. Per noi restano una opportunità e un valore. Non ci vogliamo cullare nel narcisismo: vogliamo confrontarci con la città, per cambiarla in meglio. Noi parliamo ai cittadini. Gli altri unicamente a loro stessi.

 

Gianni Anselmi

Roberta Crudeli

Luca Barattini

Lucio Boggi

Elisabetta Tonini

Gianluca Brizzi

Gerardo Grassi

Riccardo Pecchia

Jessica Sanna

Lara Benfatto

Sirio Genovesi

ore: 12:58 | 

comments powered by Disqus