ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

mercoledì, 21 dicembre, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/12/21/crisi-sanac-mozione-unanime-per-salvaguardia-occupazione-e-indotto-il-consiglio-regionale-ha-approvato-latto/

Mediavideo Antenna3

Crisi Sanac: mozione unanime per salvaguardia occupazione e indotto Il Consiglio regionale ha approvato l’atto

di  Redazione web

Mozione unanime in aula per la salvaguardia dei livelli occupazionali dell’Azienda Sanac, il cui destino è strettamente correlato a quello della controllante Ilva spa, poiché il 60 per cento della produzione del gruppo Sanac è destinato all’azienda controllante. Come illustrato dalla consigliera Irene Galletti (M5S), prima firmataria dell’atto, gli ultimi sviluppi della vicenda risalgono all’assemblea pubblica del 19 dicembre, indetta dai lavoratori dello stabilimento massese davanti ai cancelli aziendali, per chiedere un intervento urgente della Giunta regionale, al fine di scongiurare la messa in vendita del gruppo Sanac entro il 31 gennaio 2017. Una data troppo prossima e insufficiente a maturare una soluzione condivisa tra Governo, lavoratori e creditori – recita la mozione – considerata anche l’assenza ad oggi di manifestazioni di interesse verso il gruppo. Con questa mozione, per scongiurare una crisi aziendale così pesante per il territorio di Massa Carrara, che registra un tasso di disoccupazione del 34 per cento superiore a quello medio toscano, si impegna la Giunta regionale “ad attivarsi tempestivamente per ottenere una positiva soluzione della crisi di Sanac, salvaguardando gli attuali livelli occupazionali e l’indotto – ha concluso Galletti – e richiedendo da subito una proroga della messa in vendita del gruppo, attualmente fissata per il 31 gennaio 2017”.

Adesione alla mozione è stata espressa dai consiglieri Giacomo Bugliani (Pd) e Tommaso Fattori (Sì-Toscana a sinistra), che hanno auspicato un segnale unanime del Consiglio regionale, che non è mancato.

ore: 16:36 | 

comments powered by Disqus