ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

martedì, 29 novembre, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/11/29/ieri-ha-visto-morire-sotto-i-suoi-occhi-il-fratello-oggi-ha-incontrato-il-presidente-della-regione-toscana-e-il-sindaco-di-carrara-e-ha-dato-loro-alcuni-suggerimenti-per-migliorare-la-sicurezza-in-ca/

Mediavideo Antenna3

IERI HA VISTO MORIRE SOTTO I SUOI OCCHI IL FRATELLO. OGGI HA INCONTRATO IL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA E IL SINDACO DI CARRARA E HA DATO LORO ALCUNI SUGGERIMENTI PER MIGLIORARE LA SICUREZZA IN CAVA

di  Redazione web

Affidare la formazione sulla sicurezza a cavatori esperti, a gente che il marmo lo conosce davvero e che possa affiancare chi entra in un mondo difficile e pericoloso. E’ questa la richiesta che Stefano Giannetti ha sottoposto al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e al sindaco di Carrara Angelo Zubbani che lo hanno incontrato a poco più di 24 ore dalla morte del fratello. Sì perché ieri Stefano ha visto da pochi metri di distanza Mauro, 46 anni, rimanere schiacciato da un blocco di quasi due tonnellate nella cava che amministravano insieme e ha chiesto ai rappresentanti delle istituzioni di fare in modo che non accada più. Ed è stato proprio lui, con una lucidità che ha lasciato tutti impressionati, a suggerire il percorso, ovvero integrare la formazione istituzionale con insegnamenti impartiti sul posto, ad attività in corso, magari da cavatori esperti ormai in pensione, proprio per non perdere quella conoscenza e quel sapere che si tramanda da centinaia di anni e che i ritmi di lavoro sempre più veloci relegano spesso in secondo piano. Il pensiero di Stefano poi è stato per la cognata, la compagna di Mauro che a febbraio darà alla luce un bambino e che dovrà affrontare questo difficile compito da sola. Pensieri lucidi e concreti, nonostante un dolore recente e straziante. Forse Stefano per piangere il fratello Mauro aspetterà i funerali, la cui data deve ancora essere fissata. Dalla Procura, dove è in corso un’indagine sull’incidente, arriva la notizia che non verrà effettuata l’autopsia. Adesso si attende solo il nulla osta per le esequie. E poi sarà ancora lutto cittadino.

ore: 18:46 | 

comments powered by Disqus