ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

sabato, 22 ottobre, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/10/22/raccolta-firme-per-la-grave-situazione-in-cui-si-trova-la-zona-stazione-di-massa-e-richiesta-di-interventi-e-provvedimenti-amministrativi/

Mediavideo Antenna3

RACCOLTA FIRME PER LA GRAVE SITUAZIONE IN CUI SI TROVA LA ZONA STAZIONE DI MASSA E RICHIESTA DI INTERVENTI E PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI.

di  Redazione web

Su richiesta dei residenti e dei commercianti della zona stazione di Massa continua la petizione popolare  che ha già raggiunto il traguardo delle 500 firme contro il degrado e gli atti di violenza ed illegalità  che tutti i giorni e tutte le notti si consumano, alimentando un clima di paura e una forte percezione di insicurezza tra la popolazione residente e non, tanto da arrivare a chiedere dei provvedimenti pesanti che sono già stati assunti in altre città come Viareggio e Pisa. In questi ultimi tempi si è piazza-stazione-1superato ogni limite umano con la presenza di spacciatori che trafficano droga fuori dalla Stazione e giovani prostitute che si vendono per 20 euro alle persone anziane e tutto ciò alla luce del giorno e sotto gli occhi increduli dei passanti. Proprio ieri una giovane di circa 25 anni si aggirava intorno alla piazza offrendo prestazioni sessuali e di ciò i tassisti ne sono una testimonianza diretta e costante.Per questi motivi è necessario sensibilizzare ulteriormente le autorità locali, stimolandole ad intervenire con tutti gli strumenti a disposizione, compreso il sindaco Volpi e la sua Giunta, che fino ad oggi hanno incomprensibilmente tollerato la grave situazione che si ritorce soprattutto contro le persone anziane e le giovani donne ed in molti casi le studentesse che arrivano con il treno alla Stazione. Proprio tre giorni fa una di queste è stata oggetto di offese e apprezzamenti pesanti da parte di un extracomunitario ubriaco che l’ha inseguita fino nel parcheggio di un supermercato dove la stessa ha trovato fortunatamente rifugio riuscendo e liberarsi  dal delinquente. Senza considerare le risse e le aggressioni che qualche giorno fa hanno coinvolto persino donne e bambini Rom e sembrerebbe per il mancato pagamento di una perdita di denaro ai dadi, gioco diffuso tra i rumeni al quale si può giocare il venerdì è il sabato pomeriggio nelle panchine della piazza. Poi, ci sono i luoghi dove questa gente si ritrova e prepara le viale-stazionescorribande come i Kebab, il centralino telefonico, negozi vari  e i parcheggi dei supermercati. L’area in fondo al viale della Stazione durante la notte si trasforma in una terra di confine, abbandonata completamente dalle istituzioni, dove i residenti e i cittadini comuni evitano di transitare perché orde di ubriachi infastidiscono chiunque cercando la rissa o mettendo in atto delle aggressioni. Persino il palazzo adiacente al Kebab diventa un gabinetto pubblico dove orine, feci e fetore sono in ogni angolo. Quello che ho descritto non è lo scenario di un film, ma più semplicemente la realtà che ieri durante un incontro con i residenti della zona è emersa e con ciò gli stessi chiedono al Sindaco di fare qualcosa,  anziché stare sempre seduto nel suo ufficio, ad iniziare dall’ effettuare una serie di sopralluoghi diurni e notturni per rendersi conto di quanto accade ai danni della città e dei cittadini. Con questa raccolta firme, oltre a sensibilizzare le autorità, si chiede di ORDINARE la chiusura dei locali gestiti da stranieri tra le ore 19.30 e le ore 00.900 della mattina, in modo da eliminare I centri di aggregazione che costituiscono uno delle prime cause del dilagare della delinquenza. È necessario vietare anche il vagabondaggio, l’ accattonaggio per strada e davanti alle attività commerciali, l’utilizzo della piazza per attività illegali e attività non illegali come quella del Bivacco o di stendere i panni con i fili appesi alle piante o alle panchine, ma anche il consumo di alcol nelle aree pubbliche e tutto ciò, naturalmente, sotto la stretta sorveglianza delle Forze dell’Ordine. Si chiede di riattivare le videocamere già presenti ma non funzionanti e ciò è davvero vergognoso, considerando la grave situazione dell’intera zona. E naturalmente viene sollecitata la presenza delle Forze dell’Ordine e magari di vigilantes di ditte private che comunque dovrebbero essere attivate anche attraverso iniziative di residenti e operatori commerciali. Questa mattina con alcuni Volontari Civici abbiamo pattugliato la zona per accertare le problematiche, trovando sporco da tutte le parti e la presenza di decine e decine di lattine di birra abbandonate per terra, frutto probabilmente, di  bevute fatte durante la notte passata. A tutto ciò diciamo un NO FORTE, lanciando un appello alle istituzioni locali, affinche’  intervengano concretamente per risolvere i problemi denunciati.

Stefano Benedetti

Consigliere Comunale

 

ore: 13:49 | 

comments powered by Disqus