ore:  14:13 | allerta colore giallo per temporali forti a partire dalle ore 00.00 Martedì, 27 Luglio alle ore 18.00 Martedì, 27 Luglio 2021

ore:  13:15 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti dalle ore 13:00 fino alle ore 22.00 di Venerdì, 16 Luglio 2021.

ore:  15:33 | Codice giallo per vento forte e mareggiate sulla costa e l’Arcipelago fino al 14 luglio

ore:  12:27 | Allerta codice Giallo per temporali e mareggiate, domani, martedi 13 luglio dalle 8 alle 23.59

ore:  12:55 | Codice giallo per temporali dalle 13 a mezzanotte di oggi 8 luglio

sabato, 2 luglio, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/07/02/muore-in-moto-mentre-va-a-scuola-per-gli-esami/

Mediavideo Antenna3

Muore in moto mentre va a scuola per gli esami

di  Redazione web

L’ultima corsa in moto per andare alla sessione estiva delle tesi all’Accademia delle Belle Arti di Carrara dove lavorava come docente. Ha imboccato la bretella a Massarosa in direzione Viareggio e dopo poco lo schianto: forse un malore. Matteo Giannini ha perso il controllo della sua moto sportiva, una Yamaha, nel tratto dell’A11 dopo lo svincolo all’altezza del viadotto di Montramito.

L’incidente è avvenuto alle nove di ieri vicino all’allacciamento con l’A12 Genova – Rosignano. Giannini ha battuto sul guardrail ed è finito a terra. Uno schianto fortissimo che ha fatto volare la moto di qualche metro lasciando dei solchi sull’asfalto. Il traffico è rimasto bloccato il tempo necessario ai soccorsi. Quando sono intervenuti la Misericordia di Massarosa e la Stradale, Giannini era a terra, ancora vivo ma in condizioni disperate. Meglio chiamare l’elisoccorso, il Pegaso, che lo ha portato all’ospedale pisano di Cisanello. Ma lì non ce l’ha fatta comunque: quando è arrivato a Pisa era già gravissimo, in fase di prearresto cardiaco, aveva molti traumi anche interni e hanno provato a rianimarlo per 40 minuti. Nessun risultato. Matteo Giannini, artista, docente, padre, motociclista, è morto a soli 50 anni.

Lascia la moglie, infermiera al Versilia, e due figli. La sua vita era dedicata all’arte figurativa (la pittura e la scultura ma soprattutto gli schizzi in bianco e nero), una passione che poi era diventata una professione. Figlio d’arte, il padre era il pittore internazionale Giuseppe “Beppe” Giannini della corrente della figurazione milanese, ha lavorato come scultore e pittore. Da bambino, quando era a Milano, il padre lo ha cresciuto a contatto con gli artisti legati all Realismo esistenziale. Matteo poi ha studiato a Varese e nel suo girovagare artistico è anche finito in gioventù a insegnare incisione all’Accademia di Belle Arti di Brera. Poi è tornato a casa, in Toscana, a Quiesa di Massarosa dove vive la madre.

il tirreno

ore: 11:10 | 

comments powered by Disqus