ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

domenica, 29 maggio, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/05/29/non-respiro-piu-idraulico-muore-a-54-anni-per-un-malore/

Mediavideo Antenna3

«Non respiro più»: idraulico muore a 54 anni per un malore

di  Redazione web

Era andato al lavoro, come ogni giorno, nella sede della sua “Idraulica di Camici Marco e I.B. snc“ nella salita di via Grazzano, a Carrara. Si era appena seduto in ufficio e stava facendo il punto con un collega quando ha accusato il malore. «Aiuto, non respiro più»: queste le ultime parole pronunciate da Marco Camici, 54 anni, imprenditore nel settore della termoidraulica.

Camici è crollato a terra e a nulla sono valsi i soccorsi, chiamati immediatamente dai colleghi stravolti per quanto stava accadendo sotto ai loro occhi. Marco Camici è deceduto, per quel malore improvviso che si è rivelato fatale.

La notizia della sua morte ha fatto immediatamente il giro della città dove Marco era molto conosciuto. In tanti lo stimavano e apprezzavano per la sua grande dedizione al lavoro, quel lavoro che gli concedeva davvero poco tempo libero per coltivare le sue passioni, la pesca e la Juventus. Marco Camici era un supertifoso bianconero e, ogni tanto, ricordano gli amici affranti per quanto successo, si concedeva una partita allo Juventus Stadium. Il resto del suo tempo lo divideva con la famiglia, la moglie, le due figlie e i colleghi di pesca. La sua morte improvvisa ha lasciato sotto choc chi conosceva bene Marco e la sua famiglia. È stato disposto un esame autoptico sulla salma per cercare di comprendere le cause di un decesso avvenuto nel giro di pochi istanti, in una persona che non aveva problemi di salute. Il nulla osta per il funerale dovrebbe arrivare già al’inizio della settimana.

Il cordoglio di Confartigianato. «Carrara piange la prematura scomparsa dell’amico Marco Camici, stroncato da un malore improvviso – si legge in una nota di Confartgianato – Marco è stato un artigiano conosciuto e apprezzato per la professionalità e la disponibilità dimostrata in ogni circostanza. In Confartigianato ha sempre partecipato attivamente a tutte le iniziative finalizzate a far crescere la categoria dei termoidraulici di cui faceva parte».

«Confartigianato – continua la nota – esprime quindi il suo sentito e profondo cordoglio alla Famiglia di Marco e ai suoi soci collaboratori che certamente hanno perso una figura di loro riferimento».

Per la scomparsa di Camici anche le parole del segretario Generale di Confartigianato, Gianfranco Oligeri: «Marco resterà nel mio cuore e,sono certo, di tutti coloro che lo hanno conosciuto; scompare una figura di grande attaccamento e passione per il proprio lavoro dove si è sempre distinto per professionalità e competenza, quali requisiti fondamentali intrinseci della sua imponderabile serietà umana».

 

il tirreno

ore: 18:41 | 

comments powered by Disqus