ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

martedì, 24 maggio, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/05/24/zaccagna-al-via-il-corso-per-geotecnico-listituto-tecnico-lancia-dal-prossimo-anno-un-nuovo-indirizzo-di-specializzazione-espressamente-rivolto-al-settore-estrattivo-e-del-lapideo/

Mediavideo Antenna3

ZACCAGNA: AL VIA IL CORSO PER GEOTECNICO L’ISTITUTO TECNICO LANCIA DAL PROSSIMO ANNO UN NUOVO INDIRIZZO DI SPECIALIZZAZIONE ESPRESSAMENTE RIVOLTO AL SETTORE ESTRATTIVO E DEL LAPIDEO

di  Redazione web

I professionisti competenti in materia di lapideo si sa scarseggiano, lo confermano le dichiarazioni dei vertici dell’Ufficio Marmo del Comune di Carrara, a caccia di nuovo personale e gli appelli di Regione Toscana e Asl, che soprattutto dopo l’ultima drammatica serie di incidenti mortali hanno insistito sulla necessità di figure competenti da inviare nei bacini marmiferi per controlli e verifiche.

Una risposta a queste esigenze potrebbe arrivare di qui a qualche anno dall’Istito tecnico Domenico Zaccagna che ha annunciato l’apertura, dall’anno scolastico 2016/2017 del nuovo indirizzo di specializzazione “Geotecnico”. L’accesso a questo corso sarà aperta agli  iscritti al terzo anno di Costruzioni Ambiente e Territorio e servirà a formare nuovi tecnici con spiccata specializzazione nel settore ambientale e nella gestione del territorio con particolare riferimento al settore estrattivo e lapideo. «Si è ritenuto di offrire agli studenti la possibilità di specializzarsi in settori che oggi assumono una importanza rilevante nel territorio sia nazionale sia, in particolare, provinciale» spiega la dirigente Marta Castagna, precisando che il nuovo tecnico avrà una specifica preparazione nella gestione del territorio e dell’ambiente con espresso riferimento ai controlli della stabilità dei versanti, alla regimazione dei corsi d’acqua, agli interventi di carattere ambientale del territorio, alla conduzione di bonifiche ambientali del suolo e del sottosuolo, allo

studio della sicurezza sui luoghi di lavoro. Materie che  tra alluvioni e incidenti in cava sono ormai all’ordine del giorno del dibattito cittadino da qualche anno. Se si pensa poi che questa nuova figura professionale, avrà anche una specifica specializzazione sulle problematiche legate alla filiera del marmo –  dalla lavorazione in cava, ai centri di trasformazione, alla sicurezza sui

luoghi di lavorazione – l’istituzione del nuovo corso suona come una risposta diretta alle norme previste dalla legge regionale 35 sulle attività estrattive.

ore: 16:21 | 

comments powered by Disqus