ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

sabato, 30 aprile, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/04/30/kemas-lupi-santa-croce-pallavolo-massa-3-2/

Mediavideo Antenna3

KEMAS LUPI SANTA CROCE – PALLAVOLO MASSA 3-2

di  Redazione web

Kemas Lupi Santa Croce: Acquarone, Carminati, Ciulli, Colli, Da Prato, Del Campo, Di Benedetto, Lumini, Menichetti, Montini, Pasquetti,  Pochini, Testagrossa. All Bracci.

Pallavolo Massa: Masini, Ragosa, Nannini, Riviera, Bernieri, Cannistrà, Sarpong, Briglia, Agostini, Colombini, Grassini. Allenatori: Andrea Masini e Sandro La Ferla

Arbitri: Marco Nampli e Aldo Fogante

Parziali: 25-23; 23-25; 22-25; 25-19; 15-10.

Il derby è dei Lupi. Massa si arrende al quinto dopo aver illuso i suoi tifosi in una vittoria al quarto. Squadra di Masini che paga una prestazione altalenante e con tanti black out. Bravi i Lupi a crederci fino in fondo ma davvero Massa può recriminare su una vittoria che avrebbe reso ancora più bella l’ultima giornata di torneo. I play off sono ancora possibili ma certo adesso l’impresa appare molto complessa.

1° set: Massa con Ragosa e Cannistrà in diagonale, Nannini, febbricitante, e Riviera al centro, Colombini e Sarpong di banda e Grassini libero. Inizio equilibrato (5-4) ma primo break dei ragazzi di casa con un Massa molto falloso (8-5). Allungo Lupi dopo la prima pausa (14-8). Padroni di casa che strappavano fino al 16-9. Dopo la seconda pausa Massa reagiva e riagganciava Santa Croce (18-17). Una chiamata arbitrale molto dubbia consentiva ai Lupi il nuovo break (20-17) ma la truppa di   Masini non demordeva e si riavvicinava nuovamente (21-20). Lo sprint finale premiava la squadra di casa.

2° set: nel secondo Massa partiva bene (1-5 e 5-8) ma dopo il primo tempo tecnico si faceva riagganciare (8-8). La squadra di Masini, non perfetta in ricezione ma con un buon Colombini in attacco, rimaneva comunque avanti anche nelle fasi successive (10-11). Massa che strappava nuovamente (11-17) ma che subiva il servizio di Del Campo, nonostante l’ingresso di Agostini in seconda linea. Santa Croce risaliva fino al 15-17, Massa riallungava sul più tre. Nel finale ospiti che mantenevano il minimo vantaggio e che con ace di Sarpong riequilibravano la sfida.

3° set: Massa partiva bene nel terzo parziale e conquistava quattro punti di vantaggio. Un gap che due errori degli ospiti ed un buon attacco dei Lupi si riduceva subito con i padroni di casa che, addirittura, arrivavano per primi alla pausa (8-7). Massa, però, giocava bene e strappava nuovamente portandosi avanti di 3/4 lunghezze. Massa che dopo la seconda pausa obbligatoria saliva sul 16-19 e 17-20. Massa brava a chiudere a 22 ed a portarsi in vantaggio nella gara.

4° set: nel quarto Massa avanti 3-6 ma ancora una volta battuta di Del Campo che ribaltava gli equilibri (8-7). Massa comunque continuava a giocare bene ed alla seconda pausa obbligatoria saliva sul 14-16. Vantaggio che si manteneva anche dopo la pausa (16-18). Qui Bracci chiedeva tempo e chiamava i Lupi alla reazione. Santa Croce rientrava in campo trasformata. Lo faceva anche Massa ma in negativo. Ospiti in black out e Lupi incredibilmente a vincere il set a 19.

5° set: nel quinto equilibrio fino al cambio campo (8-6). Dopo, Colombini a riportare sotto i suoi (8-7) ma break dei Lupi per l’11-8. Il finale non riservava più sorprese e Santa Croce faceva suo il derby.

ore: 20:47 | 

comments powered by Disqus