ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

martedì, 5 aprile, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/04/05/truffavano-le-assicurazioni-5-arresti-coinvolta-una-carrozzeria-massese-linchiesta-condotta-dalla-direzione-distrettuale-antimafia-di-firenze/

Mediavideo Antenna3

“Truffavano le assicurazioni”, 5 arresti. Coinvolta una carrozzeria massese. L’inchiesta, condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze

di  Redazione web

Cinque misure di custodia cautelare, tre in carcere e due ai domiciliari, sono state eseguite nella mattina di martedì 5 dalla polizia nell’ambito di un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Firenze su un gruppo criminale attivo in Versilia e dedito alla truffa alle assicurazioni attraverso falsi incidenti stradali.

In carcere, su disposizione del gip di Firenze, sono finiti tre presunti affiliati al clan dei Casalesi. Gli arrestati sono Salvatore Mundo, detto o’ mister, già in carcere a Parma, Gianluca De Chiara e Marino Cesario, catturati a Caserta.

Ai domiciliari i titolari della carrozzeria Stadio di Camaiore, Aldo Castoro eSandro Castoro. Indagate complessivamente 64 persone, tra cui due avvocati – nei cui studi sono in corso perquisizioni – e un medico legale, accusati di aver prestato i loro servizi per avviare le pratiche risarcitorie a seguito dei falsi incidenti.

Tra i denunciati, numerose persone che si sarebbero prestate a ricoprire la parte di attori nei falsi sinistri. Coinvolta nelle indagini anche una carrozzeria di Massa. Secondo quanto spiegato dalla polizia, le indagini, condotte dalla sezione criminalità organizzata della squadra mobile e sviluppatesi nel territorio toscano e, in particolare, nel comprensorio della Versilia, hanno rivelato come i tre presunti affiliati al clan dei Casalesi, “al fine di incamerare somme di denaro destinate alle casse del clan, si sono dedicati ad altre attività più remunerative, tra cui le truffe in danno delle compagnie assicurative mediante falsi sinistri stradali”.

Le indagini hanno permesso “di ricostruire la struttura verticistica dell’organizzazione criminale dedita alle truffe in danno delle compagnie assicurative, la complessa e articolata organizzazione dei falsi sinistri, i ruoli degli associati, nonché il linguaggio convenzionale utilizzato per concordare le modalità da seguire”.

 

il tirreno

ore: 13:51 | 

comments powered by Disqus