ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

mercoledì, 23 marzo, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/03/23/foibe-il-sindaco-di-massa-ritira-permesso-per-lincontro-alla-casa-rossa/

Mediavideo Antenna3

Foibe, il sindaco di Massa ritira permesso per l’incontro alla Casa Rossa

di  Redazione web

Il sindaco di Massa, Alessandro Volpi, ha ritirato l’autorizzazione allo svolgimento dell’incontro sulle foibe previsto in città con lo storico Sandi Volk, che avrebbe dovuto tenersi stasera (23 marzo) alle 21 alle stanze comunali del teatro Guglielmi. Volk è uno storico triestino che suscita generalmente forti polemiche per le sue tesi sui massacri delle foibe che puntano a mettere in discussione e a “contestualizzare” la violenza jugoslava del regime comunista di Tito contro gli italiani dell’Istria, della Dalmazia e della Venezia Giulia. Esplicito, in questo senso, il titolo dell’incontro: “Foibe: smontare una narrazione tossica”. Per “foibe” si intendono quelle cavità nella terra di origine naturale dove, fra il 1943 e il 1947, furono gettati vivi e morti quasi diecimila italiani.

Il sindaco Volpi ha ritirato il permesso all’utilizzo delle stanze per “motivi di ordine pubblico” dopo che alcune forze politiche – di centrodestra –  hanno annunciato l’occupazione dei locali pubblici e manifestazioni contro l’intervento di Volk. Il sindaco ha proposto agli organizzatori dell’incontro una sede alternativa, più isolata dal centro e meno simbolica, ma gli attivisti della Casa rossa occupata hanno rifiutato la proposta e annullato l’incontro.  “E’ una questione di principio – fanno sapere i militanti durante una conferenza stampa – Crediamo sia grave che un sindaco, professore di storia, vieti a un suo collega di parlare, di fare chiarezza su un fenomeno storico ben  preciso che è stato travisato mediaticamente in tutti i modi”.

L’incontro era stato organizzato inizialmente durante il giorno del ricordo in un locale del centro storico. Saltato per motivi di salute del relatore, era stato rinviato a oggi. I militanti della Casa Rossa fanno sapere che l’iniziativa prenderà comunque vita il 30 marzo, “in modalità ancora da decidere”.

 

il tirreno

ore: 12:50 | 

comments powered by Disqus