ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

giovedì, 17 marzo, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/03/17/il-bilancio-2015-della-guardia-di-finanza-nella-provincia-di-massa-carrara/

Mediavideo Antenna3

IL BILANCIO 2015 DELLA GUARDIA DI FINANZA NELLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA

di  Redazione web

CONTRASTO ALLE TRUFFE SUI FONDI PUBBLICI E ALLILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, ALLE FRODI FISCALI E AL SOMMERSO, ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA, AGLI INTERESSI PATRIMONIALI E IMPRENDITORIALI DELLE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI ED AI TRAFFICI ILLECITI.

guardia di finanza caserma massaLobiettivo cui sono state rivolte le risorse operative della Guardia di Finanza di Massa Carrara nel decorso 2015 è stato di tutelare l’economia legale e le imprese rispettose delle regole, garantendo allo Stato, allUnione Europea, alle Regioni e agli Enti locali il regolare afflusso ed il corretto impiego delle risorse destinate al benessere della collettività e al sostenimento delle politiche di sviluppo economico e sociale. La strategia messa in campo ha agito su 3 leve principali:

  • l’attività investigativa, ossia lo sviluppo, in tutto il territorio apuano, delle oltre 300 deleghe dindagine pervenute dall’ Autorità Giudiziaria ordinaria e dalla Corte dei Conti, di cui circa 178 portate a conclusione, nonché delle attività d’iniziativa;
  • l’esecuzione di 40 piani operativi, per laggressione sistematica e organizzata ai più gravi fenomeni di illegalità economico-finanziaria nelle diverse aree della provincia apuana, attraverso lesercizio degli autonomi poteri dintervento legislativamente attribuiti alla Guardia di Finanza;
  • l’azione di contrasto ai traffici illeciti, in ogni loro forma e manifestazione, ed il concorso al dispositivo di ordine e sicurezza pubblica a livello provinciale.

finanza CONTRASTO ALLE TRUFFE SUI FONDI PUBBLICI E ALLILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Sono stati scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per oltre 20 mila euro, con la denuncia allAutorità Giudiziaria di 3 soggetti.

Nellambito di accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti, sono stati constatati sprechi di fondi pubblici che hanno cagionato danni patrimoniali allo Stato pari ad euro 2.440.000. Alla stessa magistratura contabile sono stati segnalati 29 soggetti per connesse responsabilità erariali.

A seguito di n. 8 interventi conclusi nel 2015 per reati ed altri illeciti contro la Pubblica Amministrazione, sono stati denunciati 22 soggetti (nr. 2 per peculato, nr. 1 per corruzione, nr. 19 per abuso di ufficio), mentre il prezzo/profitto di tali comportamenti delittuosi è stato pari ad oltre euro 370.000.

Effettuati 65 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per lerogazione di prestazioni sociali agevolate e per lesenzione ticket sanitario, riscontrando percentuali di irregolarità pari al 60% dei casi ed un danno complessivo cagionato agli enti locali di circa 47.000 di euro. In pratica sono stati scoperti i cd “furbetti” che intendevano usufruire di benefici sociali nascondendo le loro capacità contributive, ben superiori a quelle dichiarate agli Enti Pubblici.

guardia  finanzaLOTTA ALLE FRODI FISCALI E ALLECONOMIA SOMMERSA

Contro l’evasione e le frodi fiscali, sono state concluse nr. 346 fra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela del complesso degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali.

Questi servizi si sono basati su un’attenta selezione preventiva e mirata degli obiettivi, supportata dal ricorso alle oltre 40 banche dati e applicativi disponibili, da una intensa attività di intelligence e dal controllo economico del territorio.

 Sono stati denunciati 42 soggetti responsabili di reati fiscali, riguardanti gli illeciti più gravi di emissione e di annotazione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta, omessa dichiarazione dei redditi ed occultamento di documentazione contabile e indebita compensazione.

Gli evasori totali (soggetti sconosciuti al Fisco) scoperti sono pari a 59, specie nel settore dell’artigianato e delle professioni, mentre gli evasori paratotali sono 3.

Contestazioni sono state mosse nei confronti di 5 datori di lavoro che hanno impiegato 6 lavoratori in totale spregio delle normative sul lavoro dipendente.

Sono state avanzate 3 proposte di misure cautelari amministrative (ex art. 22 D.lgs 472/97) e sequestro per equivalente per reati tributari (art. 3 e 11 Legge n. 146/2006 e art. 1 comma 143 Legge n. 244/2007). Nel decorso 2015 sono stati eseguiti provvedimenti di sequestro di numerosi beni immobili, conti correnti, autovetture e quote societarie, per euro 600.000 nei confronti di n. 2 soggetti indagati nell’ambito di distinti procedimenti penali, instaurati presso la locale Procura della Repubblica.

Inoltre, sono state avanzate all’A.G. alla sede nr. 10 richieste di sequestro, nei confronti di soggetti resisi responsabili di reati di natura fiscale, per un ammontare complessivo pari a euro 9.316.220.

 Eseguiti n. 5 interventi presso gli impianti di distribuzione stradale di carburanti, con 6 casi di irregolarità.

In materia di riciclaggio sono stati svolti 18 interventi che hanno portato alla denuncia di 5 soggetti, per illeciti riscontrati pari ad euro 1.183.000.

Sono stati redatti verbali di constatazione nei confronti di 14 persone sanzionate per violazioni amministrative connesse al trasferimento di valuta contante, superiore ai limiti fissati dalla legge.

Nelle indagini svolte nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari e finanziari sono stati denunciati 22 soggetti, nonché accertate distrazioni patrimoniali in danno di società fallite per circa 4.638.000 di euro. 

guardia finanza sequestro merce1 LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE ED ALLA PIRATERIA AUDIOVISIVA E INFORMATICA

Sul fronte della lotta alla contraffazione, sono stati eseguiti n. 129 interventi e sequestrati complessivamente dalle Fiamme Gialle Apuane 25.705 pezzi, tra prodotti del comparto moda, giocattoli (di cui molti pericolosi per la salute degli acquirenti) nonché cd e dvd contraffatti, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 115 responsabili.

Nei confronti dei soggetti responsabili degli illeciti relativi all’abusivismo commerciale, sono stati condotti n. 36 interventi, con il sequestro di 10.794 beni vari.

CONTRASTO AL GIOCO ILLEGALE

Eseguiti n. 40 interventi nel comparto dei giochi e scommesse con il controllo di n. 45 persone, di cui 11 denunciate alla locale A.G. per esercizio abusivo di gioco e scommesse clandestine/d’azzardo con il conseguente sequestro di apparecchi video-poker risultati non collegati ai sistemi di rendicontazione informatici.

LOTTA AI TRAFFICI DI DROGA, DI MERCI DI CONTRABBANDO E VALUTA FALSA

guardia di finanza mezzanotte L’attività di contrasto al “traffico di stupefacenti e sostanze psicotrope”, ha portato alla denuncia di nr. 23 persone, di cui 6 tratte in arresto, ed al sequestro di circa 3 kg circa di sostanze stupefacenti e alla segnalazione alla locale Prefettura di nr. 58 soggetti per uso personale. Tale attività è stata rivolta soprattutto al controllo dei locali frequentati dai giovani, con intensificazione nella stagione estiva.

Nell’attività di contrasto al falso monetario sono state sequestrate n. 110 banconote del taglio di venti e cinquanta euro, abilmente falsificate e pronte per la spendita negli esercizi pubblici, per un controvalore complessivo di circa 6.000 euro, con la denuncia alla locale A.G. di n. 7 soggetti, di cui nr. 2 tratti in arresto. 

I risultati conseguiti attestano l’impegno e la professionalità con cui, ogni giorno, le Fiamme Gialle Apuane si adoperano per la tutela della legalità contribuendo, in tal modo, a ridare slancio e competitività all’economia “sana”.

Nel corso del 2016 la Guardia di Finanza della Provincia di Massa Carrara proseguirà, con un approccio trasversale, al contrasto dei più gravi fenomeni di illegalità economico – finanziaria, per perseguire come obiettivo primario la tutela dell’economia legale a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti, continuando a contrastare quei fenomeni di frode nella percezione di erogazioni pubbliche, di evasione fiscale e di lavoro sommerso, così come di contraffazione e di impiego di capitali illeciti nell’economia legale, che contribuiscono ad alterare le regole di mercato e a determinare effetti di concorrenza sleale, distorcendo gli equilibri nei diversi settori produttivi e disperdendo risorse destinate al benessere della nostra società.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ore: 12:52 | 

comments powered by Disqus