ore:  12:57 | Vento, codice giallo in Toscana fino a domani 26 febbraio

ore:  13:23 | Codice giallo per ghiaccio e neve fino a martedì 11 gennaio

ore:  16:34 | Allerta meteo, lunedì 10 gennaio codice giallo per neve e vento

ore:  13:45 | AGGIORNAMENTO – allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, attualmente in corso fino alle ore 22:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

ore:  12:48 | Allerta Gialla per Rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti, a partire dalle ore 10:00 fino alle ore 18:00 di Mercoledì 05 Gennaio 2022.

mercoledì, 16 marzo, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/03/16/nero-alle-cave-si-dimette-il-vicepresidente-indagato-di-assindustria-e-scontro-allinterno-dellassociazione-dopo-linchiesta-della-magistratura-sul-giro-di-sottofatturazioni/

Mediavideo Antenna3

Nero alle cave, si dimette il vicepresidente (indagato) di Assindustria E’ scontro all’interno dell’associazione dopo l’inchiesta della magistratura sul giro di sottofatturazioni.

di  Redazione web

. «L’evasione crea concorrenza sleale. Quegli imprenditori sono una minoranza, non venga criminalizzato il settore». Questa la presa di posizione, netta, del presidente di Assindustria Erich Lucchetti sull’ indagine “nero alle cave” della Procura. In risposta arriva una replica altrettanto netta, con tanto di dimissioni dalla vicepresidente della Confindustria apuana, da parte di Nicola Fontanili, uno degli imprenditori indagati (in tutto sono una trentina).

«Mi trovo costretto a dissentire in merito ad alcune inopportune e inaccettabili affermazioni espresse da Lucchetti – scrive Nicola Fontanili – Da associato l’aspettativa era quella, invece delusa alla luce dei fatti, di trovare supporto da chi, della categoria, ne è il rappresentante e soprattutto quando, com’è il caso, la vicenda sia oggetto di procedimento giudiziario ad oggi al vaglio della magistratura».

«Il principio di presunzione di innocenza sino a prova contraria, di rango costituzionale, è da riconoscersi a tutti i cittadini. È un diritto imprescindibile – prosegue – Questo principio, a mio avviso, viene calpestato allorquando si esprima ” indignazione” per fatti non ancora accertati e circostanza ancor più grave, nel momento in cui ad esserne coinvolto è un vice presidente dell’Associazione stessa .

 Questo comportamento mal si concilia con le finalità e le caratteristiche proprie di un associazione e mi è di conseguenza impossibile rimanere nella squadra di presidenza . Il presidente di un Associazione dovrebbe rappresentare tutti i suoi associati ed esserne garante fino a prova contraria. Prendo atto che non per tutti è così. Alla luce di ciò ieri mi sono visto costretto, mio malgrado, a rassegnare in maniera irrevocabile e con efficacia immediata, le dimissioni dal ruolo di presidente del GGI di Confindustria e conseguentemente, dal ruolo di vice presidente dell Associazione Industriali»
il tirreno

ore: 20:14 | 

comments powered by Disqus