ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

lunedì, 14 marzo, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/03/14/alcuni-interventi-del-sottosegretario-alla-giustizia-cosimo-ferri-alla-sessione-speciale-dellonu-sulle-droghe-ungass-svoltasi-oggi-14-marzo-2016-a-vienna/

Mediavideo Antenna3

Alcuni interventi del Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri alla Sessione Speciale dell’ONU sulle droghe (UNGASS) svoltasi oggi, 14 marzo 2016, a Vienna.

di  Redazione web

“Il ruolo della prevenzione è primario nell’affrontare il problema della droga, con particolare attenzione ai giovani. Ogni centesimo speso nella prevenzione – dalla prevenzione primaria alle misure di “risk and harm reduction” – è un prezioso investimento per l’intera società. L’UNGASS dovrebbe riconoscere che le politiche sulla droga sono efficaci solo se incentrate sulla persona umana, la sua salute ed il suo benessere”.

“L’Italia è impegnata a contrastare il traffico di droga e i collegamenti con le altre attività criminali, tra cui corruzione e terrorismo” continua il

Cosimo Ferri con Ministro Iraniano

Cosimo Ferri con Ministro Iraniano

Sottosegretario Ferri “nel pieno rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali ed in osservanza degli standard e delle norme delle Nazioni Unite. A tal riguardo, incoraggiamo gli Stati Membri a rafforzare l’applicazione della Convenzione del 1988 e della Convenzione di Palermo contro la criminalità organizzata transnazionale e dei suoi Protocolli addizionali, in particolare ai fini del contrasto al riciclaggio e della confisca dei proventi del reato e dei beni dei narcotrafficanti e la loro destinazione ai fini sociali. Ad esempio dove si coltiva cocaina dobbiamo coltivare caffè, far capire alla società civile che esistono produzioni ed economie legali e proprio per questo sono positivi i progetti di diversi Paesi, che hanno iniziato quest’attività di conversione e hanno utilizzato i beni confiscati alla criminalità per progetti legali alternativi e con fini sociali”.

ore: 20:22 | 

comments powered by Disqus