ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

mercoledì, 2 marzo, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/03/02/franco-frediani-bacco-al-castello-malaspina/

Mediavideo Antenna3

Franco Frediani: Bacco al Castello malaspina?

di  Redazione web

Puntualmente, al rientro da un viaggio, dopo aver visitato un castello e in questo caso quello di Ferrara, mi coglie un profondo sconforto, sconforto che questa volta ha superato ogni limite. Apprendo infatti dalla stampa che “sono stati trovati 211.285 euro per ristrutturare una sala del castello e adibirla a
esposizione permanente dei prodotto vitivinicoli delle nostre colline”.
Premesso che l’iniziativa di promozione dei nostri vini è senza dubbio   meritoria, molto meno a mio avviso è riservarle una sala del nostro maniero. Non poteva essere scelta un’altra   collocazione ? e se proprio castello doveva essere non sarebbe stato preferibile adattare le cantine, habitat naturale del vino in bottiglia? Ma mi chiedo : come è possibile che si riescano ad ottenere

sala Castello Malaspina

sala Castello Malaspina

finanziamenti europei per promuovere il vino e non per riparare la merlatura danneggiata due anni fa da un fulmine e per dotare il castello di quelle strutture che lo rendano degno di tal nome ? Numerosi sono i reperti archeologici da esporre che giacciano in decine di casse e non manca di certo il materiale illustrativo, facilmente riproducibile dall’originale, che è conservato in abbondanza presso il nostro Archivio di Stato. Prima di ogni altra cosa il castello, un castello senz’anima come ho esternato in più di una occasione, dovrebbe raccontarsi con la sua storia, quella dei suoi Signori e dei suoi abitanti ed avere di suo capacità di attrarre turisti (che poi magari potrebbero acquistare anche il vino). Annualmente la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara elargisce al Comune una consistente erogazione, un tempo maggiore ma pur sempre importante. Faccio voti a che il prossimo finanziamento venga richiesto non per sovvenzionare gli effimeri spettacoli estivi delle notti, che siano bianche, rosa o di altro colore poco importa,   ma sia rivolto a dotare il castello di quelle strutture in grado di rendere il visitatore, che attualmente “visita” il nulla,

sala castello Ferrara

sala castello Ferrara

edotto ed incuriosito della nostra storia, pur minore che sia. Già aleggiano sul maniero le sculture africane di Julio Silva, al portone bussano le opere di Robert Carroll, mancava giusto il vino. Ma questo, solitamente, non si accompagna a Bacco e a Venere ? Prepariamoci dunque ai baccanali, lo Spino Fiorito ne è solo un provino che con vino ci fa pure rima.

 

Franco Frediani

ore: 18:52 | 

comments powered by Disqus