ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

mercoledì, 2 marzo, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/03/02/benedetti-diffida-al-sindaco-volpi-sullordinanza-sindacale-antironde/

Mediavideo Antenna3

Benedetti; DIFFIDA AL SINDACO VOLPI SULL’ORDINANZA SINDACALE ANTIRONDE

di  Redazione web

Il sottoscritto STEFANO BENEDETTI, nato a Massa il 03.08.1957, ivi residente in via Quercia 97/A, in qualità di Consigliere  del Comune di Massa e parte in causa dell’ Ordinanza Sindacale N. 49 del 20 febbraio 2016,

considerato :

-che  l’emissione dell’Ordinanza Sindacale in oggetto è poco chiara,  poichè non vengono citati i dettagli  delle “fantomatiche Ronde” a cui fa riferimento il Sindaco Volpi e tanto meno vengono chiariti i requisiti necessari per poterle individuare e comunque poterle  distinguere dai ” …cittadini che intendono invece svolgere una meritoria opera di collaborazione con le Forze dell’Ordine, segnalando prontamente situazioni di pericolo e di illegittimità e dando prova così di un consapevole senso civico“, come citato testualmente nel documento;

– che il riferimento espresso dal Sindaco che ha emesso l’ ordinanza soloa seguito  dell’ allarme destato in città per gli articoli apparsi sulla stampa locale circa la presenza di ronde e non in relazione a fatti concreti accaduti sul territorio o a eventuali  e obbligatori accertamenti da parte delle Forze dell’ Ordine o della Polizia Municipale” , è diretto alla mia persona più volte citata pubblicamente nell’ambito di articoli diffusi dai giornali  e tv locali;  

ritenuto :

-che l’ordinanza sia del tutto infondata nella ridicola e fantasiosa motivazione del Sindaco e che l’ordine di divieto di passeggiare nei confronti di gruppi di cittadini, sia, oltre che illegittimo, anche incostituzionale e assolutamente in controtendenza con i principi democratici  e di  libertà che contraddistinguono e differenziano il nostro paese  dai regimi dittatoriali;

preso atto :

-delle funzioni attribuite al Sindaco ai sensi dell’ art. 54 del D.Lgs. 267/2000 ed in particolare :

1)Il sindaco, quale ufficiale del Governo sovrintende :

a)all’emanazione degli atti che gli sono attribuiti dalla legge e dai regolamenti in materia di ordine e sicurezza pubblica;

b)allo svolgimento delle funzioni affidategli dalla legge in materia di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria;

c)alla vigilanza su tutto quanto possa interessare la sicurezza e l’ordine pubblico, informandone preventivamente il Prefetto.

2)Il Sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta con atto motivato provvedimenti, anche contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana.

Che il Sindaco in tale contesto, ricopre una doppia veste giuridica, ovvero di rappresentante dell’ ente locale da un lato e di “ufficiale di Governo” dall’altro, in riferimento  alle “funzioni” delegate, il cui esercizio viene limitato all’ambito territoriale di propria competenza,

DIFFIDA IL SINDACO PROF. ALESSANDRO VOLPI

-dal continuare a mantenere un comportamento OMISSIVO riguardo alle tematiche della Sicurezza Pubblica di sua competenza, perdendo tempo in azioni ed iniziative ridicole, inutili, assurde e demagogiche, come l’emissione dell’ordinanza che ha per oggetto le inesistenti “ronde”, che al contrario sono solo “cittadini, disarmati,pacifici, senza precedenti penali e di varie idee politiche” che passeggiando di notte per le strade di alcuni quartieri, avvisando telefonicamente le Forze dell’ Ordine solo nel caso di presenze sospette o ladri che entrano o escono da case e attività commerciali, spinti solo da una buona dose di senso civico e dal timore che i delinquenti possano entrare indisturbati all’interno di abitazioni private con tutte le conseguenze e i rischi del caso;

-dal continuare ad accanirsi contro inermi e onesti cittadini, anzichè attivarsi in prima persona con tutti i mezzi e gli strumenti a sua  disposizione per risolvere le problematiche della Sicurezza, dove fino ad oggi ha fallito palesemente , dimostrando di non aver mai preso seriamente in considerazione il fenomeno, come l’ormai famoso e naufragato Patto per la Notte, che non ha prodotto niente di positivo e non ha modificato i comportamenti dei tanti incivili che riempiono le serate della movida vomitando,urinando e defecando in ogni angolo, ma anche urlando e lasciando rifiuti accatastati per terra;

-dal continuare a tollerare le passeggiatrici notturne e i trans che affollano viale delle Pinete e via Verdi     a  Marina di Massa, le occupazioni abusive di strutture pubbliche e private, i campi zingari, a partire dall’insediamento abusivo all’interno del parcheggio di via Don Minzoni, i venditori abusivi dei marciapiedi di Marina di Massa  e dei mercati di Massa e Marina di Massa, l’accattonaggio aggressivo, gli zingari accattoni fuori dai centri commerciali, i ladri che rubano nelle abitazioni ecc…,

INVITA LO STESSO

ad annullare l’Ordinanza in oggetto;

-a sviluppare le iniziative di carattere sociale di propria competenza, nonchè quelle per il miglioramento e la riqualificazione di aree urbane avendo cura, per gli aspetti che dagli stessi derivano in materia di sicurezza, di darne notizia per un’acquisizione nell’ambito del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza;

-ad attivarsi per intensificare il rapporto di collaborazione fra il Corpo di Polizia Municipale, secondo le specifiche competenze e le Forze dell’ ordine;

-Ad aumentare subito gli organici della Polizia Municipale;

-ad attivare  l’ufficio di assistenza alle vittime dei reati;

-a perseguire tutti i fenomeni di illegalità, controllando attraverso un sistema di videosorveglianza funzionante e pattuglie miste le zone più a rischio come Stazione, Partaccia,Marina di Massa e centro città,

-a garantire alla popolazione la massima efficienza ed efficacia della Polizia Municipale per le proprie competenze e soprattutto nelle azioni di prevenzione presso scuole, stazioni, strutture sanitarie, edifici occupati abusivamente, parchi pubblici e spiagge;

-ad attivarsi per organizzare postazioni fisse delle Forze dell’ Ordine nelle zone strategicamente più a rischio e pattuglie a piedi sempre delle Forze dell’ Ordine, che controllino il territorio soprattutto nelle ore notturne con identificazione sistematica e costante di tutte le persone e conseguente allontanamento o fermo degli irregolari.

In caso contrario, il Sindaco di Massa sarà ritenuto responsabile moralmente e penalmente ( reato di omissione) di qualsiasi fatto grave e meno grave che possa accadere alla cittadinanza causato da micro o macro criminali.

Distinti saluti

STEFANO BENEDETTI

CONSIGLIERE COMUNALE   

ore: 18:44 | 

comments powered by Disqus