ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

mercoledì, 3 febbraio, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/02/03/lassessore-fiorella-fambrini-precisa-la-situazione-della-scuola-delle-figlie-di-gesu/

Mediavideo Antenna3

L’Assessore Fiorella Fambrini precisa la situazione della Scuola delle Figlie di Gesù

di  Redazione web

A fronte di quanto comparso sui giornali quotidiani ritengo opportuno e doveroso precisare quanto segue, onde evitare il diffondersi di false credenze e giudizi gratuiti.
Nel pomeriggio di sabato 30 gennaio, mentre stavo lavorando nel mio ufficio a palazzo comunale sono stata raggiunta da una telefonata di un giornalista de La Nazione, che mi ha chiesto se avessi notizie in merito alla chiusura della Scuola delle Figlie di Gesù in Piazza d’Armi.
Ho risposto che in proposito sapevo solo quello che avevo appreso dai giornali, mentre da parte di alcune mamme di alunni iscritti dalle suore mi venivano poste domande in merito.
Per queste motivazioni ho fatto presente che avrei verificato la veridicità e sostanza delle notizie che circolavano, rapportandomi alla Casa Madre di Verona, così da conoscere e far conoscere la reale situazione che si prospetta nella Città.
Peraltro, nel colloquio telefonico, è stato sottolineato, pensando a caso analogo verificatosi ad Avenza per l’asilo gestito dalle Suore vicino al Finelli, che potevano comunque essere esperite alternative che permettessero la continuità della Scuola, nonostante la crisi delle vocazioni.
In sostanza non abbiamo mostrato indifferenza per quanto potrebbe accadere, la chiusura di una comunità educante ancorché paritaria, depauperando il centro storico e lasciando senza lavoro quei soggetti che sono impegnati presso l’Istituto.
Quanto sopra non implica, ovviamente, vista la Normativa di riferimento, nessun intervento, men che meno economico, se non la facilitazione di incontri fra i Soggetti competenti che lo richiedessero al fine di mantenere le attività didattiche in essere da circa 150 anni a Carrara, ancora richieste legittimamente da alcune famiglie.
Niente di più.
Per quanto ci riguarda, invece, come Amministratori rappresento che giusto ieri,  2 febbraio, a Firenze, ho avuto l’incontro richiesto da tempo con l’Assessore regionale alle Politiche dell’Istruzione Cristina Grieco, che non aveva potuto ricevemi nella precedente data del 19 gennaio.
Il colloquio è stato lungo e, credo, proficuo trovando in Cristina Grieco una interlocutrice sensibile e competente, data anche la sua pregressa attività di dirigente scolastico, con la quale abbiamo condiviso progetti e problemi.
All’Assessore Grieco, ho rappresentato la situazione di Carrara e, contestualmente per migliore comprensione, della Provincia in ordine a “Problematiche: Offerta Formativa Territoriale”. Per dettaglio e miglior comprensione, ovviamente, le è stato lasciato un documento composito su quello che ci compete come amministratore di Scuole Pubbliche.
Il documento si articola su 2 punti ritenuti essenziali.
Punto 1. Riflessioni sintetiche e proposta relativamente a gestione OSE in Istituti Istruzione di II grado (attualmente di competenza della Provincia.
Punto 2. (si è precisato che non è secondo per ordine di importanza), articolato su problematiche indilazionabili:
A) Edilizia Scolastica.
B) Dimensionamento Scolastico e mantenimento Offerta Formativa Territoriale.
Come detto, l’incontro è parso proficuo e costituisce una fase iniziale di successivi passaggi nei quali la Regione segua e supporti l’operato dell’Ammistrazione per risolvere problematiche delicate quanto gravi.

Fiorella Fambrini

ore: 19:13 | 

comments powered by Disqus