ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

mercoledì, 27 gennaio, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/01/27/carabiniere-ucciso-sulla-porta-di-casa-lassassino-mi-sono-vendicato-dei-miei-figli-uno-di-loro-si-firmava-diabolik/

Mediavideo Antenna3

Carabiniere ucciso sulla porta di casa. L’assassino: “Mi sono vendicato dei miei figli”, uno di loro si firmava Diabolik

di  Redazione web

Carrara: l’omicida, un ex postino, prima è scappato poi si è costituito. Ha agito per vendetta nei confronti dei figli condannati per droga: uno di loro fu anche responsabile di una serie di furti delle scuole nel 2013, si firmava “Diabolik”

Erano stati condannati, martedì 26, in tribunale a Massa a poco più di un anno i figli di Roberto Vignozzi, l’ex postino di 72 anni che ha confessato di aver ucciso il maresciallo Antonio Taibi in un agguato davanti alla casa del sottufficiale, nel centro di Carrara. Il giudice Alessandro Trinci, visti i precedenti, non ha potuto concedere attenuanti e così la pena è lievitata. Per un episodio marginale, rispetto ad altri che li avevano visti protagonisti, pochi grammi di stupefacente. Per il pensionato la colpa di quello che era successo a Riccardo e Alessandro era soltanto di quel carabiniere. E così ha deciso di vendicarsi. Resta da capire se in accordo con i familiari.

È questo che praticamente è emerso dalle indagini e dalle dichiarazioni di Vignozzi, a lungo sentito dal sostituto procuratore Alberto Dello iacono nella caserma La Plava, a pochi metri dall’ufficio della vittima. L’ex postino, dopo aver sparato, si è costituito in procura. Ha raggiunto Massa – l’omicidio è avvenuto in via Monterosso a Carrara – e, lasciata l’arma in auto è entrato in procura. Poi si è diretto dal cancelliere che conosceva perché era quello che gli firmava i permessi per le visite in carcere ai figli e gli ha detto che aveva ammazzato un uomo. L’uomo ha chiamato gli agenti e sono scattate le manette.

 

il tirreno

ore: 18:31 | 

comments powered by Disqus