ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

sabato, 9 gennaio, 2016

http://www.antenna3.tv/2016/01/09/lettera-appello-area-di-crisi-complessa-ed-accordo-di-programma-per-massa-carrara/

Mediavideo Antenna3

Lettera appello area di crisi complessa ed Accordo di Programma per Massa-Carrara

di  Redazione web

Appello al

Presidente del Consiglio dei Ministri

Ministro allo Sviluppo Economico

Presidente della Regione Toscana

Area di Crisi Complessa ed Accordo di Programma di Massa-Carrara

 

Egr. Presidente del Consiglio dei Ministri

Egr. Ministro allo Sviluppo Economico

Egr. Presidente della Regione Toscana

Durante un incontro del Tavolo istituzionale provinciale i firmatari della presente lettera hanno discusso la situazione del riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa con impatto significativo sulla politica industriale nazionale e del relativo Accordo di Programma per la Provincia di Massa-Carrara, procedimenti questi che negli scorsi mesi hanno coinvolto la Regione Toscana, le Istituzioni pubbliche locali, le Associazione di Categoria e le OO.SS. del nostro territorio.

Che Massa-Carrara attraversi una crisi al limite della irreversibilità è un dato testimoniato da tanti indicatori economici ed, in particolare, da quelli della dinamica occupazionale territoriale

Al 2014 sono stimati dall’Istat, infatti e per il nostro territorio, più di 14.630 disoccupati nell’area con un valore percentuale del 16,36, in aumento di 4,3 punti percentuali rispetto al 2013 e superiore sia al dato medio della Toscana (+10,1%), sia a quello medio dell’Italia (12,7%). Contestualmente l’andamento degli occupati che nella Provincia apuana, che ammonta al 31/12/2014, a 74.741 soggetti, risulta in calo di 3.109 unità rispetto al 2013, con un valore che purtroppo risulta il più basso dal 2006 ad oggi; inoltre gli occupati dimostrano una diminuzione in termini percentuali del 4% rispetto al 2013, a fronte di una sostanziale stabilità della media della Regione Toscana e di un lieve incremento di quella nazionale (+0,4%), infine il tasso di attività è pari al 69,9% contro il 71,2% della media Toscana, dati questi che fanno dell’intera Provincia di Massa-Carrara un sistema locale di lavoro ad alta emergenza occupazionale.

Dati questi drammatici che, se non considerati nel loro reale impatto e ricondotti, in breve tempo, a livelli fisiologici, comporteranno un’inarrestabile ed irreversibile degenerazione del tessuto sociale, con conseguenze facilmente immaginabili.

Il riconoscimento di Area di Crisi Complessa ed il relativo Accordo di Programma con la realizzazione di numerosi interventi strategici di riqualificazione e di riconversione dell’area industriale di Massa Carrara hanno individuato azioni e strumenti affinché questo territorio possa superare lo stato di perenne crisi che l’affligge da decenni.

Ma la mancata conferma dell’Area di Crisi Complessa, a seguito della revisione dei parametri normativi necessari dal 2013 e la mancata firma dell’Accordo di Programma, dopo quella del propedeutico Protocollo d’Intesa (avvenuta nel Maggio 2015), ci hanno lasciati increduli.

Quello che non possiamo non notare è, purtroppo, la mancanza di sensibilità politica verso questo territorio, che pur di dimensioni ridotte e di localizzazione periferica, non merita certo tale trattamento, rispetto alle specificità socioeconomiche negative che detiene, uniche in tutta la Toscana.

Non chiediamo nulla di più di ciò che in altre aree dello Stato e della Toscana è stato riconosciuto, e, quindi, la celere realizzazione degli interventi previsti nella bozza di Accordo di Programma/protocollo d’Intesa, per i quali è previsto anche il contributo finanziario locale.

I firmatari Vi chiedono, quindi, un impegno sostanziale a portare avanti ciò che avevamo, per altro già a suo tempo concordato.

Certi di un Vs. forte intervento, con l’occasione Vi porgiamo i migliori saluti.

Massa-Carrara 09 Gennaio 2016

Elenco Firmatari

Il Presidente della Provincia di Massa-Carrara

____________________________________

Il Sindaco di Massa

____________________________________

Il Sindaco di Carrara

____________________________________

Il Presidente dell’Unione Comuni Montana Lunigiana

____________________________________

 

L’Onorevole Andrea Rigoni

____________________________________

L’Onorevole Martina Nardi

____________________________________

Il Consigliere Regionale Toscana Giacomo Bugliani

____________________________________

Il Presidente della C.C.I.A.A. di Massa-Carrara

____________________________________

Il Presidente dell’Autorità Portuale di Marina di Carrara

____________________________________

Il Presidente del Consorzio Zona Industriale Apuana

____________________________________

Il Segretario Confederale Provinciale della CGIL Massa-Carrara

____________________________________

Il Segretario Confederale Provinciale della CISL Massa-Carrara

____________________________________

Il Segretario Confederale Provinciale della UIL Massa-Carrara

ore: 18:18 | 

comments powered by Disqus