ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

giovedì, 5 novembre, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/11/05/balneari-dallincontro-con-assessori-bugli-e-ciuoffo-lintesa-per-un-tavolo-permanente-sulle-problematiche-del-demanio-marittimo/

Mediavideo Antenna3

Balneari: dall’incontro con assessori Bugli e Ciuoffo l’intesa per un tavolo permanente sulle problematiche del Demanio marittimo

di  Redazione web

Oasi/Confartigianato di Massa-Carrara informa che col tavolo di confronto Regione – associazioni di categoria dei gestori egli stabilimenti balneari si è aperto  un importante approfondimento delle problematiche collegate alle attività del sistema delle PMI del settore.

Infatti è’ stato rilevato come il quadro normativo nazionale sia ancora incerto e indefinito anche rispetto alla quantificazione dei canoni per le concessioni demaniali.

Per questo la regione e le categorie hanno condiviso lo stralcio della norma contenuta nella proposta di legge di stabilità 2016 che ipotizzava un incremento della addizionale regionale sul canone.

L’occasione dell’incontro ha consentito anche di continuare l’approfondimento rispetto alle problematiche indotte dalla applicazione della normativa comunitaria e l’esigenza di puntare, Regioni e associazioni di categoria, a sollecitare il Governo e il Parlamento a rivedere il quadro della normativa da troppo tempo rinviato, tutto ciò è ritenuto necessario per garantire al sistema dell’offerta balneare italiana le necessarie condizioni per lo sviluppo economico e occupazionale del settore.

Tutto questo anche grazie al costante impegno svolto dal presidente di Oasi/Confartigianato, Marco pardi e dai dirigenti dell’associazione, che ha avviato da subito una serrata battaglia a tutela delle imprese del settore della balneazione che rischiavano, nel caso di un aumento spropositato delle imposte regionali, di veder metterere in gioco la propria stessa sopravvivenza.

ore: 13:11 | 

comments powered by Disqus