ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

mercoledì, 28 ottobre, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/10/28/ancora-un-furto-di-raccomandate-al-centro-smistamento-di-via-carducci-a-massa-a-poco-piu-di-un-mese-dal-precedente-blitz/

Mediavideo Antenna3

ANCORA UN FURTO DI RACCOMANDATE AL CENTRO SMISTAMENTO DI VIA CARDUCCI A MASSA. A POCO PIU’ DI UN MESE DAL PRECEDENTE BLITZ,

di  Redazione web

Il precedente risale solo a poco più di un mese fa. Nella notte tra il 14 e il 15 settembre dal centro di smistamento di Poste Italiane a Massa sparirono centinaia di raccomandate indirizzate ai cittadini dei comuni di Massa, Carrara, Montignoso e Fosdinovo. Ieri notte il blitz si è ripetuto. Ancora una volta dal centro di distribuzione di via Carducci sono state sottratte centinaia di buste, quelle più importanti – le raccomandate appunto – che sono garantite da un apposito servizio per tutelare contenuti “sensibili”, come documenti, denaro, carte di credito. Difficile al momento capire se i due episodi siano collegati anche perché, già in occasione del precedente furto, le indagini avevano spaziato a 360°, dall’ipotesi di una vendetta per un colpo andato a vuoto al tentativo di far sparire, in mezzo a tanti altri, qualche documento scomodo.

Come nella precedente occasione, Poste Italiane mantiene il massimo riserbo mentre si preannunciano disagi per gli utenti: dopo il primo furto a metà settembre, era partita una vera e propria caccia al mittente per cercare di limitare al massimo i danni. Oggi come allora la platea delle persone direttamente o indirettamente “coinvolte” si conta nell’ordine delle migliaia, tra cittadini, uffici e attività produttive.

ore: 15:55 | 

comments powered by Disqus