ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

lunedì, 19 ottobre, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/10/19/noceto-zubbani-pronti-a-chiedere-il-mutuo-da-700-mila-euro-necessari-allintervento/

Mediavideo Antenna3

NOCETO: ZUBBANI, PRONTI A CHIEDERE IL MUTUO DA 700 MILA EURO NECESSARI ALL’INTERVENTO.

di  Redazione web

«Un intervento a vantaggio di pochi, pochissimi cittadini ma che rappresenta un’opera di civiltà»: con queste parole il sindaco di Carrara Angelo Zubbani ha definito l’intervento di ripristino della strada comunale per Noceto.  A portare il problema all’attenzione dell’assise è stato il consigliere Matteo Martinelli (M5S) che dopo l’ennesima protesta dei residenti, ha chiesto quali fossero le intenzioni dell’amministrazione  per garantire la sicurezza del paese, anche alla luce dei problemi di accesso dei mezzi di soccorso.

In concomitanza con l’alluvione dello scorso 5 novembre, lo ricordiamo, sulla strada per Noceto si staccò un imponente smottamento che da allora ha reso inutilizzabile la via comunale. A oggi l’accesso in auto al paese è garantito dalla vecchia mulattiera, ripristinata subito dopo l’emergenza e asfaltata lo scorso febbraio. Una soluzione che però non può soddisfare gli abitanti della frazione montana costretti a un tragitto decisamente disagevole, che si snoda su una sola carreggiata, strettissima, dove transita una sola auto alla volta, oltretutto su un percorso irto di dossi e avvallamenti. I “nocetesi” nei giorni sono scesi sul piede di guerra: dopo che un residente si è visto negare la possibilità di affiggere i manifesti mortuari per la defunta madre, causa l’impossibilità dei mezzi in dotazione all’ufficio Pubbliche affissioni di percorrere la mulattiera, gli abitanti, dopo aver sopportato un anno di disagi, hanno minacciato una protesta di piazza.

Ieri davanti al consiglio comunale è arrivato l’impegno del sindaco Zubbani: «Dopo sei anni potremmo valutare di tornare ad accendere un mutuo per finanziare questo intervento» ha ipotizzato il primo cittadino. Sì, perché proprio nei giorni scorsi le risorse giudicate più a portata di mano, quelle finanziate dal governo centrale, sono sfumate. E così è assai probabile che l’amministrazione carrarese debba sborsare, di tasca propria, i 700 mila euro necessari al ripristino della strada comunale danneggiata dalla frana di un anno fa. E poiché i soldi a disposizione non ci sono, il sindaco non ha escluso che dopo 6 anni di “cinghia tirata” – dopo l’imponente indebitamento contratto per la costruzione della strada dei marmi – il municipio potrebbe decidere di tornare a rivolgersi alle banche. «Se non arriveranno soldi dalla Regione o dal governo  non è escluso che potremmo accendere nuovamente un mutuo» ha dichiarato il primo cittadino, definendo l’intervento per la riapertura della strada di Noceto, «un’opera di civiltà».

ore: 19:28 | 

comments powered by Disqus