ore:  13:02 | Maltempo, codice giallo per temporali forti fino alle 20 di oggi

ore:  11:34 | ALLERTA maltempo elevata ad ARANCIONE dalle 18 di oggi alle 13 di domani, domenica

ore:  12:04 | allerta colore giallo per rischio idrogeologico e temporali forti dalle ore 06.00 Venerdì, 24 Luglio 2020 alle ore 20.00 Venerdì, 24 Luglio 2020

ore:  12:58 | Codice giallo per rischio idrogeologico-idraulico e temporali forti fino alle ore 20 di oggi domenica 21 giugno su tutto il territorio toscano

ore:  16:12 | Rete oncologica regionale, approvate le nuove Linee di indirizzo

venerdì, 2 ottobre, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/10/02/il-pm-chiede-lergastolo-per-mazzi-la-requisitoria-di-soffio-nessuna-attenuante-ma-solo-aggravanti-le-famiglie-fruzzetti-e-baria-meritano-giustizia/

Mediavideo Antenna3

Il pm chiede l’ergastolo per Mazzi La requisitoria di Soffio: «Nessuna attenuante, ma solo aggravanti. Le famiglie Fruzzetti e Baria meritano giustizia»

di  Redazione web

Ergastolo e isolamento per tre anni. È stata questa la richiesta del pubblico ministero Rossella Soffio al termine di una requisitoria durata un’ora e mezza e che ha ripercorso minuto dopo minuto la notte di Natale del 2013, quando l’imputato Andrea Mazzi, armato di coltello, strappò le giovani vite di Andrea Fruzzetti ed Enrico Baria. Nessun colpo di scena, si sapeva che il sostituto procuratore avrebbe chiesto al collegio presieduto dal giudice Giovanni Sgambati di non concedere alcuna attenuante a Mazzi. Nemmeno quella della giovane età: «Anche le vittime erano giovani e non possiamo dire alle famiglie dei due ragazzi che non ci sono più che l’assassino merita una riduzione della pena perché è un ventenne». Le aggravanti che spingono alla fine pena mai sono la premeditazione (le minacce su Facebook), i futili motivi (dissapori tra i gruppi rivali che sfociavano in risse nei locali che frequentavano) e la crudeltà(«Fruzzetti e Baria non sono morti per i calci, Mazzi ha dimostrato di fare della violenza la modalità di soluzione delle controversie. Poteva fermarsi dopo la prima coltellata alla mano di Fruzzetti, quando tutti gli diceva di lasciar stare ma non lo ha fatto»).

il tirreno

ore: 18:57 | 

comments powered by Disqus