ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

venerdì, 31 luglio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/07/31/polveri-il-comune-corre-ai-ripari-dopo-le-proteste-dei-cittadini-verranno-intensificati-i-lavaggi/

Mediavideo Antenna3

POLVERI: IL COMUNE CORRE AI RIPARI . DOPO LE PROTESTE DEI CITTADINI VERRANNO INTENSIFICATI I LAVAGGI.

di  Redazione web

Per contenere la dispersione delle polveri dal viadotto tra la galleria Santa Croce e quella della Macina sulla strada dei marmi, o si intensificano i lavaggi oppure si costruisce una copertura che chiuda quel tratto. Niente mezzi termini, l’assessore all’Ambiente Massimiliano Bernardi è intervenuto così sulla vicenda dell’inquinamento atmosferico nella zona Est di Carrara. Il problema era stato portato nuovamente all’attenzione dei consiglieri comunali da alcuni residenti, che dopo lamentele e petizioni, si erano presentati in commissione Ambiente “armati” di fotografie per testimoniare le nubi di polveri che ogni giorno si levano dal viadotto. Il problema, avevano spiegato, è che i camion del marmo sono sporchi, spesso hanno i cassoni e aperti e così nei tunnel della strada dei marmi e sul manto stradale del viadotto tra le gallerie Santa Croce e Macina si accumulano quantità tali di polveri che basta un soffio di vento per sollevare su tutto il quartiere di San Francesco nuvoloni di marmettola. Evidentemente l’impianto di lavaggio e asciugatura posto all’ingresso della Strada dei Marmi non riesce a pulire a sufficienza i mezzi pesanti e così la città continua a risentire degli effetti nocivi del traffico pesante, soprattutto in periodi caldi e asciutti come questo. L’assessore Bernardi si è dunque impegnato ad attivarsi immediatamente per chiedere ad Amia di intensificare i lavaggi della Strada dei Marmi: «L’unico modo per abbattere le polveri è tenere il manto stradale bagnato» ha spiegato l’esponente dell’amministrazione lasciando intendere che questa è l’unica soluzione possibile e a breve termine. L’altra ipotesi, tutta da studiare e soprattutto da finanziare, sarebbe quella di chiudere il viadotto tra la galleria Santa Croce e quella della Macina, ma in questo caso anche se si trovassero le risorse – cosa tutt’altro che scontata – i tempi di intervento sarebbero decisamente più lunghi.

ore: 18:04 | 

comments powered by Disqus