ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

ore:  14:17 | allerta codice GIALLO per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23.59 di Mercoledì 06 Gennaio 2021

ore:  13:46 | Codice giallo per neve e rischio idrogeologico su quasi tutta la regione

ore:  12:48 | Emesso aggiornamento allerta codice Giallo per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23,59 di Martedi 05.01.2021

ore:  16:10 | Allerta meteo ‘gialla’ prorogata per tutto domani, lunedì 4 gennaio

giovedì, 2 luglio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/07/02/l11-luglio-bus-fermi-nelle-province-di-livorno-lucca-massa-e-carrara-pisa/

Mediavideo Antenna3

L’11 luglio bus fermi nelle province di Livorno, Lucca, Massa e Carrara, Pisa

di  Redazione web

autobusAncora uno sciopero (il terzo in pochi mesi) dei lavoratori dell’azienda di trasporto pubblico Ctt nelle province di Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa.

I bus si fermeranno per otto ore l’11 luglio per lo scioopero deciso dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl e Faisa-Cisal. un’iniziativa presa per protestare contro la disdetta degli accordi di secondo livello e “denunciare il degrado del parco veicoli, un’organizzazione del personale difforme rispetto a quanto previsto dal contratto di categoria e relazioni industriali non corrette con le organizzazioni sindacali”.

Stefano Boni, segretario della Fit-Cisl Toscana si dice dispiaciuto per gli utenti, tuttavia “protestiamo anche per loro, per poter offrire un servizio migliore: oggi 2/3 dei circa 800 bus Ctt hanno un’eta’ media tra i 15 e i 20 anni. Macchine obsolete che si guastano in continuazione, richiedono riparazioni lunghe e peggiorando la qualita’ del servizio”. Mezzi i cui ricambi “faticano ad arrivare e ci domandiamo- sottolinea Boni- se dietro ci siano problemi di liquidita’. Sarebbe il colmo, visto che l’azienda, disdettando unilateralmente dal 2012 i contratti integrativi aziendali, ha risparmiato 2,5 milioni di euro all’anno”.

ore: 19:27 | 

comments powered by Disqus