ore:  14:17 | allerta codice GIALLO per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23.59 di Mercoledì 06 Gennaio 2021

ore:  13:46 | Codice giallo per neve e rischio idrogeologico su quasi tutta la regione

ore:  12:48 | Emesso aggiornamento allerta codice Giallo per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23,59 di Martedi 05.01.2021

ore:  16:10 | Allerta meteo ‘gialla’ prorogata per tutto domani, lunedì 4 gennaio

ore:  13:13 | Emessa aggiornamento allerta codice GIALLO per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23,59 di Domenica 03.01.2021

lunedì, 15 giugno, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/06/15/negozio-chiassoso-proteste-e-raccolte-di-firme-per-farlo-chiudere-lattivita-commerciale-e-gestita-e-frequentata-da-stranieri-domenica-sera-i-clienti-hanno-cantato-a-squarciagola-fino-allarrivo-d/

Mediavideo Antenna3

Negozio chiassoso, proteste e raccolte di firme per farlo chiudere L’attività commerciale è gestita e frequentata da stranieri. Domenica sera i clienti hanno cantato a squarciagola fino all’arrivo delle forze dell’ordine.

di  Redazione web

benedetti stefanoProteste domenica sera per il baccano che proveniva da un negozio di alimentari, con annessa rivendita di alcolici, in viale della Stazione. Si tratta di un esercizio gestito e frequentato da romeni. Il problema è che gli avventori bevono troppo e quando perdono il controllo molestano i passanti oppure cantano a squarciagola, disturbando chi a quell’ora avrebbe voglia di dormire. Le lamentele non si contano più: un libero professionista si è attivato per raccogliere le firme e presentare una petizione alle forze dell’ordine chiedendo loro di controllare più spesso quella zona e soprattutto di accorre ogni qual volta si manifesti un’emergenza. Ma non è l’unica cosa che si sta facendo: il consigliere comunale Stefano Benedetti ha presentato un esposto al sindaco di Massa e al comandante dei vigili urbani chiedendo la chiusura del negozio. “Non voglio danneggiare una libera attività commerciale, ma voglio fermare un esercizio che sta generando una miriade di proteste tra la popolazione a causa della presenza costante di assembramenti di persone che mantengono comportamenti incivili.  Quel negozio è diventato un centro di aggregazione di stranieri che bivaccano nel viale tutto il giorno, abbandonando rifiuti nei marciapiedi, urlando, vomitando e urinando dove capita. Senza considerare che le liti e le aggressioni sono all’ordine del giorno e credo che ci siano tutti i presupposti per poter intervenire con le istituzioni e gli organi di controllo per bloccare questa attività che sta degenerando e causando disagi e paure fra la nostra popolazione residente”.

Anche alcuni passanti sono stati importunati dagli avventori evidentemente alticci. Hanno fatto presente l’accaduto alle forze dell’ordine, ma non è successo nulla. Anche su Facebook si sta dibattendo sul caso, con qualcuno che vuole farsi giustizia da solo. Insomma, la situazione rischia di degenerare

 

il tirreno

ore: 18:49 | 

comments powered by Disqus