ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

venerdì, 29 maggio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/05/29/riciclavano-tir-rubati-indagata-una-famiglia-padre-figlio-e-nuora-avevano-allestito-una-vera-e-propria-officina-docve-cambiavano-il-numero-del-telaio-dei-mezzi-un-piano-perfetto-ma-hanno-commesso/

Mediavideo Antenna3

Riciclavano Tir rubati, indagata una famiglia Padre, figlio e nuora avevano allestito una vera e propria officina docve cambiavano il numero del telaio dei mezzi. Un piano perfetto, ma hanno commesso un errore

di  Redazione web

polizia stradaleRiciclavano veicoli industriali rubati ad autotrasportatori stranieri. E per farlo avevano allestito una vera e propria autofficina, davanti a casa, in un capannone che si trova in viale della Repubblica. L’attività, gestita da una famiglia – padre, figlio e moglie di quest’ultimo, finiti nel registro degli indagati insieme a una quarta persona – è stata smantellata dalla polizia stradale e dalla procura.

Gli uomini del comandante Serafina Di Vuolo, coordinati dal sostituto procuratore Alessandra Conforti, nell’operazione Hand granade, hanno effettuato una serie di perquisizioni e sequestri. Il blitz è scaturito dopo una serie di appostamenti e pedinamenti e dopo una serie di accertamenti incrociati con le banche dati a disposizione delle forze di polizia, ora collegate anche con gli uffici della motorizzazione  civile di vari paesi esteri, al fine di individuare

le persone coinvolte nei reati e per scoprire i luoghi dove le operazioni di ricilaggio dei veicoli avvenivano materialmente. I quattro avevano ideato un piano perfetto, cambiando il numero del telaio dei mezzi con dei punzoni, ma hanno commesso un errore e sono finiti nei guai.

 

 

il tirreno

ore: 15:41 | 

comments powered by Disqus