ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

mercoledì, 29 aprile, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/04/29/tariffe-del-marmo-il-21-maggio-la-giunta-di-carrara-davnti-al-gip-con-i-rappresentanti-delle-associazioni-di-categoria-per-il-verdetto-sulle-richieste-di-rinvio-a-giudizio/

Mediavideo Antenna3

TARIFFE DEL MARMO: IL 21 MAGGIO LA GIUNTA DI CARRARA DAVNTI AL GIP CON I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER IL “VERDETTO” SULLE RICHIESTE DI RINVIO A GIUDIZIO.

di  Redazione web

cava fornaceUn’udienza davanti al giudice Antonia Aracri fissata per il 21 maggio e poi, il verdetto sul rinvio a giudizio. Tra tre settimane sindaco, assessori e rappresentanti di Cna, Confesercenti, Api e Legacoop sapranno se, per la vicenda delle tariffe del marmo, dovranno o meno affrontare un processo. In attesa del pronunciamento del giudice si apprende che gli esponenti della giunta e delle categorie, hanno rinunciato alla presentazione delle memorie quindi saranno ascoltati dal giudice che poi deciderà il da farsi.

L’inchiesta riguarda lo ricordiamo i presunti sconti sulla tassa marmi, che hanno portato 25 milioni in meno nelle casse comunali. Le richieste di rinvio a giudizio sono state recapitate al sindaco di Carrara, Angelo Zubbani a 5 assessori in carica ( Vannucci, Andreazzoli, Bernardini, Benedini, e Bernardi), tre ex assessori ( Zanetti, Nannini e Dell’Amico), i dirigenti comunali, Marco Tonelli e Stefano Pennacchi, oltre a Chiara Grassi di Legacoop, Gianfranco Oligeri di Confartigianato, Antonio Chiappini di Cna e Massimo Maggiani di Api. L’accusa è di “abuso di ufficio” perchè per per favorire gli industriali, sarebbero state danneggiate le casse comunali, e, quindi, i cittadini stessi.

ore: 19:48 | 

comments powered by Disqus