ore:  14:17 | allerta codice GIALLO per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23.59 di Mercoledì 06 Gennaio 2021

ore:  13:46 | Codice giallo per neve e rischio idrogeologico su quasi tutta la regione

ore:  12:48 | Emesso aggiornamento allerta codice Giallo per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23,59 di Martedi 05.01.2021

ore:  16:10 | Allerta meteo ‘gialla’ prorogata per tutto domani, lunedì 4 gennaio

ore:  13:13 | Emessa aggiornamento allerta codice GIALLO per rischio idrogeologico idraulico del reticolo minore attualmente in corso, fino alle ore 23,59 di Domenica 03.01.2021

giovedì, 23 aprile, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/04/23/mercoledi-29-aprile-sciopero-provinciale-di-4-ore-dei-trasporti-pubblici/

Mediavideo Antenna3

Mercoledi 29 aprile sciopero provinciale di 4 ore dei trasporti pubblici

di  Redazione web

autobusI sindacati provinciali FILT CGIL, FIT CISL, FAISA CISAL hanno proclamato uno sciopero provinciale di 4 ore
per il giorno mercoledì 29 aprile 2015, così articolato relativamente alle strutture operative sul territorio
della Provincia di Massa Carrara:
· personale di movimento (autisti), biglietteria, depositi, rifornimenti: dalle ore 11:00 alle ore 15:00;
· restante personale (uffici, officina): 4 ore a fine turno.
Allo sciopero possono aderire i lavoratori della Compagnia Toscana Trasporti Nord srl per le strutture operanti
sul territorio delle province di Massa Carrara, Pisa, Livorno e Lucca.
Le corse già in corso di effettuazione all’inizio dello sciopero saranno regolarmente portate a termine fino al
relativo capolinea.
Al termine dello sciopero il servizio riprenderà nelle località in cui si sarebbe venuta a trovare la regolare
effettuazione della corsa.
Durante il predetto periodo saranno garantiti i servizi minimi essenziali in applicazione della legge n. 146/90 e
successive modificazioni e integrazioni, nonché degli accordi aziendali vigenti.

ore: 20:48 | 

comments powered by Disqus