ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

domenica, 19 aprile, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/04/19/vie-di-massa-e-amministratori-ingrati-un-angolo-di-citta-a-cesario-fellini-architetto-dimenticato/

Mediavideo Antenna3

Vie di Massa e amministratori ingrati: un angolo di città a Cesario Fellini architetto dimenticato.

di  Redazione web

commento di Giuliana De Rose sull’appello di Franco Frediani
CESARIO FELLINI 2
Leggendo l’appello di Franco Frediani al Comune,  d’intitolare un angolo di città a Cesario Fellini, ho pensato subito ai nomi di certe strade: acqua e sottomonte, gora…delle carre. Nomi sbrigativi che testimoniano la  cultura contadina, legata al duro lavoro e alla morfologia del territorio, dove sotto terra (e sopra) scorrono i canali che vengono da monte.
Tutto vero, ma ogni capoluogo che si rispetti intitola strade e piazze anche ai concittadini che hanno lasciato segni tangibili di sé, come  Cesario Fellini, antesignano del più celebre Federico, mastro architetto del primo novecento, che di tracce ne ha lasciate eccome, nelle facciate di palazzi e chiese,  nell’istituto d’Arte, nella fontana dei putti, mentre del suo nome  non c’è memoria.
Pochi  ( me compresa) prima dell’appello di  Frediani,  sapevano che  Fellini  ha realizzato opere architettoniche significative per Massa; di questo, ne sono in parte responsabili  gli amministratori comunali,   da sempre sensibili a favorire le  rievocazioni dei Malaspina e l’eroica resistenza al nazifascismo, che più caratterizzano le vicende storiche cittadine. Titolare un angolo di Massa al maestro Cesario Fellini  sarebbe come riconoscergli  il “diritto d’autore” e restituire alla città il suo novecento artistico dimenticato.
Giuliana De Rose  

ore: 11:09 | 

comments powered by Disqus