ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

mercoledì, 8 aprile, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/04/08/malore-in-crociera-il-medico-non-arriva/

Mediavideo Antenna3

Malore in crociera, il medico non arriva

di  Redazione web

nave crocieraSi è sentita male mentre stava rientrando in nave dalla gita d’istruzione con la scuola, ma, afferma lei stessa, il medico di bordo non si è presentato in cabina per assisterla.

Protagonista dell’episodio è una studentessa del liceo scientifico villafranchese, il cui preside, Fabrizio Rosi, lo ha segnalato al quotidiano La Repubblica.

Un fatto che, comunque, i genitori (da noi interpellati) tendono a ridimensionare, accaduto a fine marzo, ma solo ieri salito alle cronache.

Il preside, anche lui raggiunto telefonicamente, ha solo detto che si è sentito in dovere di riportare l’accaduto, da lui così riassunto.

«La ragazza si è sentita male in nave sulla linea Patrasso-Ancona mentre rientrava da una gita d’istruzione in Grecia. Compagni e insegnanti hanno cercato di assisterla ma, essendo poi svenuta, hanno chiesto l’intervento del medico di bordo che però non si è presentato, sostendo che era il caso di accompagnarla in infermeria, cosa che la ragazza non è stata in grado di fare. Era infatti troppo debole e provata. Sembra che questa sia la prassi, ma – si chiede il preside Rosi – sulle navi non esiste l’obbligo di assistenza sanitaria e quindi curare chi ne ha bisogno?».

Una domanda più che legittima e che meriterebbe risposta dai diretti interessati, ossia dalla compagnia di navigazione usata dalla comitiva di studenti per rientrare a casa.

Ma, come detto, sia la famiglia della studentessa che il dirigente scolastico, almeno ufficialmente, non intendono dare seguito all’episodio.

 

 

 

il tirreno

ore: 18:33 | 

comments powered by Disqus