ore:  15:12 | Maltempo, codice arancione per temporali, vento e mareggiate dalle 18 di oggi, giovedì, alle 20 di sabato 26 settembre

ore:  14:34 | Coronavirus: TOSCANA – 90 nuovi casi, 1 decesso, 93 guarigioni

ore:  13:02 | allerta colore Giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti a partire dalle ore 13.00 Mercoledì, alle ore 23.59 Giovedì, 24 Settembre 2020

ore:  14:57 | Codice giallo per pioggia e temporali fino alla mezzanotte di domani

ore:  13:02 | Maltempo, codice giallo per temporali forti fino alle 20 di oggi

lunedì, 9 febbraio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/02/09/la-procura-ha-ordinato-il-sequestro-di-un-altro-importante-tratto-di-argini-del-carrione-i-sigilli-sono-scattati-stamani-e-hanno-riguardato-i-lotti-due-tre-e-quattro/

Mediavideo Antenna3

LA PROCURA HA ORDINATO IL SEQUESTRO DI UN ALTRO IMPORTANTE TRATTO DI ARGINI DEL CARRIONE. I SIGILLI SONO SCATTATI STAMANI E HANNO RIGUARDATO I LOTTI DUE, TRE E QUATTRO.

di  Redazione web

all argine carrioneNuovi sigilli sugli argini del Torrente Carrione. Questa volta nel mirino della procura sono finiti i lotti II, III, e IV, quelli cioè che vanno dal sito del crollo dello scorso 5 novembre, all’interno del lotto V fino alla foce, collocata al lotto I e sequestrata esattamente una settimana fa insieme al lotto X, in località  Nazzano. Con il provvedimento di questa mattina, dunque, i circa due chilometri di sponde poste tra il mare e via Pucciarelli ad Avenza sono interamente sigillati e la sensazione è che di qui a breve, le fetuccine bianche e rosse utilizzate dalla Procura per segnalare le sponde sequestrate, saranno srotolate anche più a monte,  e che quindi presto tutta l’asta del torrente, almeno fino a Nazzano, sarà sigillata. Si amplia dunque l’area interessata al secondo filone di indagine: il primo lo ricordiamo riguarda l’argine crollato il 5 novembre, era stato aperto pochi giorni dopo l’alluvione e dovrebbe registrare a breve una svolta importante con la consegna della relazione dei tecnici incaricati dalla procura. Intanto, come era accaduto per i lotti I e X sequestrati sette giorni fa, anche il provvedimento di stamani sui lotti II, III e IV è stato deciso dalla Procura sulla base delle segnalazioni di Vigili del Fuoco e Genio Civile, che nel loro monitoraggio sugli argini post alluvione, avrebbero sollevato dubbi sulla bontà del lavoro svolto durante la costruzione delle sponde, realizzate dalla provincia a partire dal 2003, anno della prima grande alluvione che ha colpito Carrara.

ore: 18:19 | 

comments powered by Disqus