ore:  15:12 | Maltempo, codice arancione per temporali, vento e mareggiate dalle 18 di oggi, giovedì, alle 20 di sabato 26 settembre

ore:  14:34 | Coronavirus: TOSCANA – 90 nuovi casi, 1 decesso, 93 guarigioni

ore:  13:02 | allerta colore Giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti a partire dalle ore 13.00 Mercoledì, alle ore 23.59 Giovedì, 24 Settembre 2020

ore:  14:57 | Codice giallo per pioggia e temporali fino alla mezzanotte di domani

ore:  13:02 | Maltempo, codice giallo per temporali forti fino alle 20 di oggi

martedì, 3 febbraio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/02/03/sconti-sulla-tassa-marmi-il-procuratore-ha-firmato-le-richieste-di-rinvio-a-giudizio/

Mediavideo Antenna3

Sconti sulla tassa marmi, il procuratore ha firmato le richieste di rinvio a giudizio

di  Redazione web

cave colonnataSconti sulla tassa marmi: l’indagine della Procura è chiusa. Ilprocuratore capo Aldo Giubilaro ha firmato le richieste di rinvio a giudizio.
L’indagine. Sconti sulla tassa marmi, per favorire gli industriali, danneggiando le casse comunali, e, quindi, i cittadini stessi. È questa l’ipotesi accusatoria, pesante, dell’indagine della Procura: amministrazione e associazioni di categoria avrebbero “alleggerito” negli ultimi cinque anni la tassa marmi, portando meno introiti nelle casse municipali. Il capo di imputazione è abuso di ufficio per aver fatto pagare meno tasse (inferiori anche di un decimo) agli imprenditori che scavano il marmo sulla base di un accordo del 2009 e che la Procura di Massa ritiene in violazione della legge regionale del 1998 che prevede un contributo e un canone di concessione sulla base del valore di mercato dei beni estratti, blocchi e scaglie. Sottraendo, in sostanza, denaro da destinare a servizi per tutti i cittadini. E causando, dall’altra parte, un ingiusto vantaggio per gli imprenditori del settore.
Gli indagati. L’indagine prende in esame il periodo dal 2009 al 2014. Sul registro degli indagati nel maggio scorso sono finiti una quindicina di nomi eccellenti dal sindaco di Carrara, Angelo Zubbani a 5 assessori in carica (Andrea Vannucci, Giuseppina Andreazzoli, Giovanna Bernardini, Dante Benedini, Massimiliano Bernardi), tre ex assessori (Andrea Zanetti, Giovanni Nannini e Roberto Dell’Amico), due dirigenti comunali, Marco Tonelli e Stefano Pennacchi, oltre ai 4 rappresentanti provinciali di Legacoop (Chiara Grassi), Confartigianato (Gianfranco Oligeri), Cna (Antonio Chiappini) e Massimo Maggiani (Api). La Procura ha individuato, sia nel Comune che nelle associazioni di categoria che hanno sottoscritto gli accordi, “responsabilità penali in ordine al reato di abuso di ufficio (art. 323 del Codice penale)”

 

 

il tirreno

ore: 15:39 | 

comments powered by Disqus