ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

lunedì, 12 gennaio, 2015

http://www.antenna3.tv/2015/01/12/i-detenuti-del-carcere-di-massa-potranno-scegliere-il-medico-di-fiducia-i-primi-in-italia-due-progetti-pilota-presentati-dal-sottosegretario-alla-giustizia-cosimo-ferri-e-dallasl/

Mediavideo Antenna3

I detenuti del carcere di Massa potranno scegliere il medico di fiducia. I primi in Italia Due progetti pilota presentati dal sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri e dall’Asl.

di  Redazione web

carcere massaI detenuti del carcere di Massa, per primi in Italia,  potranno scegliere il medico di fiducia tra quelli operanti all’interno della struttura e uno sportello informativo sanitario consentirà ai familiari di monitorare le condizioni di salute del paziente in carcere. E’ quanto prevedono due progetti attivati all’interno della casa circondariale di Massa e che sono stati presentati a Carrara alla presenza del sottosegretario alla giustizia Cosimo Maria Ferri. In particolare, dal primo novembre per due giorni al mese, e’ possibile per i parenti dei detenuti, e con il loro consenso, avere un colloquio sulle condizioni di salute del congiunto.
Ferri ha sottolineato l’importanza delle due iniziative, uniche a livello nazionale, che nascono “con l’obiettivo di assicurare standard migliori di assistenza sanitaria ai soggetti reclusi e rendere questa  piu’ omogenea  alle regole esterne valide per i liberi cittadini. La possibilita’ per il detenuto di avere un medico di riferimento – ha proseguito il sottosegretario – assicura una continuita’ terapeutica e facilita il rapporto di fiducia medico paziente, come peraltro ribadito dalle indicazioni dell’organizzazione mondiale della sanita’, in un ambiente, quello carcerario, in cui tale rapporto presenta delle evidenti criticita’”.

ore: 15:38 | 

comments powered by Disqus