ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

martedì, 30 dicembre, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/12/30/assopetroli-il-6445-del-prezzo-al-consumo-benzina-verde-sono-tasse/

Mediavideo Antenna3

Assopetroli- il 64,45% del prezzo al consumo (benzina verde) SONO TASSE

di  Redazione web

distribuotore benzinaAssopetroli-Assoenergia, con la collaborazione di Figisc Anisa Confcommercio, prosegue il monitoraggio “SIA – Stacco Italia Accise” (Accise e Iva) e rende noti i dati della rilevazione prezzi del differenziale sul costo dei carburanti al consumo tra Italia e resto d’Europa (Europa a 28) e ne promuove la più ampia diffusione al fine di generare, nelle Istituzioni pubbliche e nei consumatori, una maggiore consapevolezza “dell’anomalia italiana” rappresentata da un carico fiscale eccessivo sui carburanti che è stato in media nel mese di DICEMBRE il 64,45% del prezzo al consumo (benzina verde).

Il dato che colpisce è che nel solo differenziale il 95,72% per la benzina e il 100,85% per il gasolio sono tasse.

A DICEMBRE il consumatore italiano ha pagato in media la benzina 25,7 € cent/litro e il gasolio 23,5 € cent/litro, in più che nel resto d’Europa!

Sulla base dei dati forniti dalla Commissione Europea e dal MISE (nel mese in corso sono state effettuate solo 3 rilevazioni) la media aritmetica del prezzo al consumo praticato nei 28 Paesi UE pone in risalto che:

 

Benzina, il prezzo italiano è più alto di 25,7 €cent/litro, di cui ben 24,6 sono dovuti alle maggiori imposte (Accise e IVA) e solo 1,1 ad un maggiore prezzo industriale;

 

Gasolio, il prezzo italiano è più alto di 23,5 €cent/litro, di cui ben 23,7 sono dovuti alle maggiori imposte (Accise e IVA) mentre il prezzo industriale è addirittura inferiore di 0,2 cent/litro.

 

STACCO ITALIA ACCISE

SIA  – “Stacco Italia Accise” con l’Europa delle imposte, del prezzo industriale e del prezzo al pubblico di benzina e gasolio – (euro/litro) –  Elaborazione ASSOPETROLI-ASSOENERGIA in collaborazione con FIGISC-ANISA SU dati Oil Bulletin e MiSE

dati benzina

 

Nota: Per la determinazione del prezzo industriale e dell’onere delle imposte sulla benzina, per l’Italia si è aggiunto all’accisa statale di base il valore ponderato nazionale delle addizionali regionali di accisa su tale prodotto, che grava sul 33,26 % dei consumi complessivi, per un valore ponderato di 0,009 euro/litro.

ore: 17:32 | 

comments powered by Disqus