ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

venerdì, 19 dicembre, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/12/19/xxiii-edizione-del-presepe-vivente-cinquale/

Mediavideo Antenna3

XXIII EDIZIONE DEL PRESEPE VIVENTE CINQUALE

di  Redazione web

SP5_5177 (2)

 

Il Presepe Vivente di Cinquale, allestito dal gruppo parrocchiale ANSPI e patrocinato dal Comune di Montignoso è giunto quest’anno alla sua 23 edizione, è nato infatti nel 1990 su iniziativa di alcuni parrocchiani i quali, avendo visitato un presepe della nostra provincia, presero spunto per realizzare la stessa cosa nella loro parrocchia.

Nel 1991 si svolse la 1 edizione del presepe vivente al cui interno si trovavano soltanto 10 capanne, realizzate con semplici canne, e pochissimi personaggi e dal momento che l’area non era ancora recintata, gli organizzatori erano costretti a dormire nelle capanne per paura che potesse succedere qualcosa agli animali custoditi nelle stalle.

Nel corso degli anni il presepe si è esteso, il numero di capanne è via via aumentato e di conseguenza anche il numero dei personaggi è cresciuto arrivando a coinvolgere anche abitanti di altre frazioni del nostro comune.

Oggi nel presepe vi si trovano circa 30 capanne con più di 60 figuranti fra adulti e bambini che svolgono diversi mestieri, troviamo l’arrotino, il fabbro, lo stagnino, il pescatore, il falegname, il fornaio, l’impagliatore e altre attività che si svolgevano un tempo.

Per qualche giorno la vita del Cinquale è scandita da ritmi caratterizzati dalla straordinarietà di un evento di per se religioso, ma che affascina anche chi non crede.

Nel tempo si è rivelato un avvenimento di notevole pregio e livello, in quanto il numero dei visitatori ha superato ogni più rosea aspettativa tanto da spingerci a curare maggiormente l’impianto scenico, che ha fatto, come si diceva, aumentare sia i personaggi che le piccole capanne.

Durante la rappresentazione i personaggi svolgono realmente i loro mestieri per cui si sentono diversi rumori lungo il percorso, e anche il profumo delle pietanze che vengono cucinate all’interno delle capanne.

Molti sono gli animali presenti, fra cui l’asino, il bue, agnellini, pecore, caprette che creano, con il loro verso, un ambiente e un clima molto particolari.

Fino ad oggi la Sacra famiglia è sempre stata rappresentata da genitori con bambini di pochi mesi.

La vigilia di Natale, a mezzanotte, i personaggi in sfilata si spostano all’interno della chiesa per partecipare alla Santa Messa e vengono disposti dietro l’altare formando una cornice molto suggestiva per i fedeli che partecipano alla funzione.

Ma nel presepe di Cinquale c’è anche dell’altro, esso si pone infatti anche come momento di valorizzazione, recupero e conoscenza di vecchie attività e mestieri che il nostro tempo con le sue rapide trasformazioni ha fatto scomparire e dimenticare, riproponendoli all’attenzione di tutti come patrimonio ancora vivo della nostra terra e della nostra gente.

Da diversi anni, grazie al patrocinio del Comune di Montignoso ci siamo fatti conoscere anche al di fuori della nostra provincia riuscendo a toccare punte di 10.000 visitatori durante i giorni della rappresentazione.

 

ore: 17:52 | 

comments powered by Disqus