ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

ore:  14:05 | ALLERTA ARANCIONE DALLE 18 D OGGI ALLE 6 DI DOMATTINA LUNEDI 5 OTTOBRE

giovedì, 4 dicembre, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/12/04/appalti-pilotati-per-i-lavori-sul-magra-si-alla-costituzione-di-parte-civile-del-grande-accusatore/

Mediavideo Antenna3

Appalti pilotati per i lavori sul Magra, sì alla costituzione di parte civile del “grande accusatore”

di  Redazione web

magra lavoriIl gup del tribunale di Massa accoglie la richiesta dell’imprenditore lunigianese, rinviata invece la decisione sui rinvii a giudizio degli otto indagati per turbativa d’asta

“Vero, quell’imprenditore non ha partecipato alla gara di appalto. Ma esisteva un cartello in grado di pilotare gli affidamenti che alterava di fatto la libera concorrenza e rendeva impossibile aggiudicarsi l’appalto. Dunque, quell’imprenditore ha diritto a costituirsi contro chi quel cartello illecito ha creato». È, “in soldoni”, la motivazione con cui il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Massa Alessandro Trinci ha ammesso la costituzione di parte civile di Instel, la società di Giorgio Tonini (assistito dall’avvocato Luigi Fornaciari Chittoni) nel procedimento per turbativa d’asta contro otto imprenditori lunigianesi.

La vicenda è quella degli appalti pilotati per i lavori di messa in sicurezza del fiume Magra a Filattiera esplosa nel giugno scorso. L’inchiesta, coordinata dal pm Alessandra Conforti, ha portato alla scoperta che un gruppo imprenditori edili della provincia di Massa Carrara, in prevalenza della Lunigiana, avrebbero preso parte “a un cartello particolarmente attivo nel pilotare l’affidamento di lavori pubblici”. Gli accertamenti degli investigatori avrebbero ricostruito gli accordi tra alcuni partecipanti alla gara per i lavori di messa in sicurezza del fiume, “in base ai quali veniva prestabilita la percentuale di ribasso da praticare, in modo da condizionare le offerte delle varie aziende invitate ed indirizzare agevolmente la scelta dell’ente pubblico verso il ‘candidato’ individuato dal ‘cartello'” di ditte. “La posta in palio era costituita da 400.000 euro”, questo l’importo riservato dall’amministrazione pubblica all’esecuzione dei lavori. Sono così finiti sotto accusa Leandro Terenzoni, 64 anni, titolare della Tenerani Edilizia; Fulvio Malatesta, 64 anni, aullese, titolare della Lunigiana Scavi Srl; Simone, Malatesta 41 anni, di Aulla (fratello di Fulvio); Bernardo Buson, 62 anni di Groppoli di Mulazzo, titolare della ditta Buson Srl. che si aggiudicò l’appalto, Luigi Pagani, 60 anni di Filetto, legale rappresentante di Coaf (Cooperativa operai agricoli forestali della Lunigiana), Arturo Pelli, 51 anni, di Fivizzano della Eco Inerti di Pallerone, Alessandro Pennucci, 46 anni di Gragnola della Edilizia Scaletti e Antonio Bongiorni, 63 anni di Massa, della Bongiorni srl. Tutti quanti avevano partecipato alla gara.

Fu Giorgio Tonini a fare partire l’indagine della procura di Massa, con una denuncia su un presunto accordo che impediva la libera partecipazione alle gare di appalto e condizionava prezzi e concorrenza. Gli accertamenti condotti dalla Guardia di Finanza portarono poi all’indagine sugli otto tra imprenditori e tecnici.

La decisione sul rinvio a giudizio degli indagati, invece, è stata rinviata, su accordo delle parti, per consentire agli avvocati difensori di valutare l’opportunità di accedere al patteggiamento o a riti abbreviati per i loro assistiti.

 

 

il tirreno

ore: 19:17 | 

comments powered by Disqus