ore:  13:33 | Emessa allerta ARANCIONE pr domani domenica dalle 6 alle 15

ore:  13:04 | BERGIOLA MAGGIORE – divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano fino al ripristino dei parametri.

ore:  18:15 | Domani scuole chiuse in tutti i comuni della Lunigiana a causa dell’allerta arancione

ore:  13:24 | Allerta codice Arancio per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle ore 7 alle ore 23.59 di Giovedì 16 settembre 2021, preceduto da allerta codice giallo dalle ore 00 alle ore 7 di Giovedì 16 sttembre 2021.

ore:  14:44 | Mareggiate e vento, codice giallo su costa centro-nord e appennino orientale fino alle 24 di giovedì 5 agosto

martedì, 2 dicembre, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/12/02/camera-di-commercio-nel-mirino-limpianto-fotovoltaico-realizzato-per-il-museo-del-marmo-di-carrara-spuntano-altri-nomi-nellindagine/

Mediavideo Antenna3

Camera di commercio, nel mirino l’impianto fotovoltaico realizzato per il Museo del marmo di Carrara Spuntano altri nomi nell’indagine

di  Redazione web

museo del mrmoCamera di Commercio, l’indagine non è ancora conclusa e èprosegue anche su atti del 2013. La Procura ha fatto ricorso avverso alla decisione del gipi di non concedere le misure cautelari richieste dal PmRossella Soffio  nei confronti di quattro ex amministratori della Camera di Commercio Norberto Ricci, Alessandro Beverini, Francesca Cordiviola e Alberto Ravecca,  accusati di peculato.

Tra gli atti nel mirino i rapporti con enti satellite. In particolare l’indagine condotta dalla Finanza coinvolge anche gli amministratori dell’Agenzia energetica della Provincia e quindi nell’inchiesta sono finiti anche  Maurizio Narra, presidente del consiglio di amministrazione dell’Agenzia, Gianfranco Oligeri, Anselmo Ricci, Alessandro Caro, Andrea Ghirlanda componenti della Giunta della Camera di Commercio di Massa-Carrara; Gino Fusco, Norberto Petriccioli del cda dell’ente e il direttore generale dell’Ente energetico (in sigla Eams)  Gianfranco Castrovinci, componenti del consiglio di amministrazione (i primi due) e direttore generale (il terzo) dell’Ente energetico (in sigla Eams).

Si indaga su come è stato speso il denaro della Camera di commercio e per il pm ovviamente questo è stato in maniera impropria: intanto si punta l’indice sui 185 mila euro  pagati  dalla Camera di Commercio alla Eams per la realizzazione di un impianto fotovoltaico da installarsi al Museo del Marmo di Carrara.

Quell’impianto sarebbe costato circa 198mila, ma sarebbe stato pagato dalla Camera di Commercio ben 402mila euro. Secondo la Procura gli amministratori  avrebbero modificato il piano annuale dei lavori del 2001  inserendo l’impianto fotovoltaico per il museo e disponendo di procedere all’installazione. Costo: 450mila euro (Iva esclusa). Secodno l’accusa  Narra, Castrovinci, Fusco, Petriccioli avrebbero approvato la realizzazione dell’impianto (353.100 euro, Iva esclusa) e la Cordiviola avrebbe materialmente firmato la falsa determinazione, prevedendo la spesa per l’installazione dell’impianto e sottoscritto, insieme a Castrovinci, il contratto. L’agenzia Eams avrebbe emesso, dal maggio 2012 al marzo 2013, alcune fatture, che Norberto Ricci avrebbe liquidato e Eams riscosso per un totale di poco più di 402mila euro

Nel momento della riscossione della fattura si configura, secondo l’accusa, il reato contestato.

 

 

 

il tirreno

ore: 12:19 | 

comments powered by Disqus