ore:  14:14 | Allerta prorogata fino alle 13 di lunedì 27 settembre il “codice giallo” per temporali e rischio idrogeologico valido su tutto il territorio regionale toscano

ore:  11:50 | Emessa Allerta Gialla per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle 8;00 alle23:59  di Domenica 25 Settembre 2021.

ore:  13:33 | Emessa allerta ARANCIONE pr domani domenica dalle 6 alle 15

ore:  13:04 | BERGIOLA MAGGIORE – divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano fino al ripristino dei parametri.

ore:  18:15 | Domani scuole chiuse in tutti i comuni della Lunigiana a causa dell’allerta arancione

lunedì, 28 luglio, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/07/28/simone-ortori-lascia-sel-ma-il-bilancio-di-previsione-sel-lo-approva-intervento-di-maurizio-bonugli/

Mediavideo Antenna3

Simone Ortori lascia SEL, ma il bilancio di previsione SEL lo approva. Intervento di Maurizio Bonugli

di  Redazione web

SelQuando martedi 29 luglio il consigliere Ortori annuncera` il suo abbandono accodandosi al “carro renziano” con l’associazione LED, quella della “sinistra ad intermittenza”, in un sol colpo perderemo il 90% della nostra rappresentanza politico-istituzionale, ma ce ne faremo una ragione!

Chi resta (sempre che non cambi opinione cammin facendo…), nella miglior pratica della “riduzione del danno” dovra` limitarsi ad approvare il Bilancio di previsione 2014. Questo sconosciuto!

Sinistra Ecologia Liberta` votera` a favore della proposta di manovra economica comunale perche` siamo forza responsabile e di governo al netto della nostra attuale “insignificanza istituzionale” e delle scelte individuali dei due consiglieri comunali.

Ma, come Circolo Matteotti, siamo completamente d’accordo con l`Unione comunale del PD e col suo gruppo in Consiglio.

E’ tempo che la politica e tutti i soggetti che hanno contribuito all`elezione del Sindaco Volpi ritornino con la cittadinanza tutta ad un protagonismo reale fatto di partecipazione, di confronto e, soprattutto, di condivisione sulle scelte dell’Amministrazione.

Infatti non e` ammissibile non essere ammessi a discutere il Bilancio di previsione nella fase della sua istruttoria per poi essere chiamati a ratificarlo in maniera “rapida e silenziosa”.

Francamente il “decisionismo renziano” nelle sue declinazioni locali dovendo passare dalla propaganda dei grandi annunci e dei piccoli fatti alla concretezza di scelte economico-finanziarie immediatamente esecutive che attengono il vissuto quotidiano e la qualita` della vita dei cittadini, nei Comuni non funziona!

Questo antico esercizio si chiama democrazia, una pratica che rimane insostituibile ed irrinunciabile e, soprattutto, da difendere nonostante le velleita` autoritarie del cosiddetto “Patto del Nazareno””.

Bisognera` costruire e praticare un vero “bilancio partecipato”; servira` moltiplicare i momenti di confronto nel Palazzo e in citta` con la definizione di un Documento d’Indirizzo Finanziario prima del Bilancio di previsione e poi una successiva rigorosa valutazione sulla coerenza delle scelte effettivamente compiute in occasione dell’approvazione del consuntivo.

In una parola la politica con la “P” maiuscola deve ritrovarsi protagonista e non subordinata alle decisioni di Sindaco e Giunta.

A settembre sara` opportuno verificare lo “stato di avanzamento del Programma di mandato” che abbiamo sottoscritto e che sosteniamo insieme ai cittadini massesi. Un confronto aperto ed inclusivo che definisca le priorita` politico-amministrative su cui puntare sforzi, idee e risorse per fare uscire la citta` da quell`alone di immobilismo che sembra avvolgerla in questa fase.

Per noi di SEL dovremo andare all`approvazione del Regolamento Urbanistico in coerenza col Piano Strutturale approvato; dare piena esecutivita` e realizzare le opere di messa in sicurezza idrogeologica ed ambientale del territorio reperendo risorse aggiuntive utilizzando al meglio #italiasicura, la nuova Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche presentata pochi giorni fa dal Governo.

Questa Struttura di missione potra` operare misure straordinarie e avra` il compito di fare da regia e coordinare tutte le strutture dello Stato (Ministeri, Protezione civile, Regioni, Enti locali, Consorzi di bonifica, Provveditorati alle opere pubbliche, Genio Civile ed enti e soggetti locali), per trasformare in cantieri oltre 2,4 miliardi di euro non spesi dal 1998 per ridurre stati di emergenza territoriali (casse di espansione e vasche di laminazione di fiumi e torrenti, argini anti-alluvioni, briglie per regimentazione acque, messa in sicurezza di frane, stabilizzazione di versanti a rischio crollo, riattivazione di linee Fs locali interrotte e di ponti e infrastrutture viarie di Anas).

E poi un Piano per il Rilancio dello Sviluppo Economico Territoriale: una zona industriale resa attrattiva per nuovi investimenti privati; il turismo, il commercio e i servizi.

Ancora, la piena valorizzazione di una proposta culturale innovativa che coinvolga soprattutto le giovani generazioni ed una nuova idea di partecipazione con l`istituzione e la regolamentazione dei Consigli del Territorio cosi come, proprio il Circolo Matteotti, ha proposto pochi mesi orsono perche`l’obiettivo più ambizioso del “bilancio partecipato” del futuro si ritrova nella sua auspicabile mutazione “ontologica”: finora ci si è limitati a gestire partecipativamente soprattutto le “spese”, ovvero a discutere di come utilizzare una parte di risorse per la realizzazione di alcuni progetti; oggi, invece, dovremmo intraprendere dei percorsi in cui esplicitare il tema delle “entrate”, ovvero di quali misure adottare per potenziare collegialmente l’autonomia finanziaria dell’ente locale, così da rafforzarne le politiche del lavoro, del diritto alla casa, della tutela ambientale e dei servizi pubblici.

SEL e` interessata al futuro della Citta` perche` e` li con trascorreremo il resto della nostra vita politica… vedremo!

Massa, 28 luglio 2014.

 

Per il Circolo G. Matteotti:

Maurizio Bonugli

ore: 9:47 | 

comments powered by Disqus