ore:  13:33 | Emessa allerta ARANCIONE pr domani domenica dalle 6 alle 15

ore:  13:04 | BERGIOLA MAGGIORE – divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano fino al ripristino dei parametri.

ore:  18:15 | Domani scuole chiuse in tutti i comuni della Lunigiana a causa dell’allerta arancione

ore:  13:24 | Allerta codice Arancio per Temporali Forti e Rischio Idrogeologico dalle ore 7 alle ore 23.59 di Giovedì 16 settembre 2021, preceduto da allerta codice giallo dalle ore 00 alle ore 7 di Giovedì 16 sttembre 2021.

ore:  14:44 | Mareggiate e vento, codice giallo su costa centro-nord e appennino orientale fino alle 24 di giovedì 5 agosto

mercoledì, 14 maggio, 2014

http://www.antenna3.tv/2014/05/14/ricatto-ed-estorsione-a-un-commercialista-4-arresti-la-banda-aveva-rubato-al-professionista-uno-smartphone-che-conteneva-i-dati-sensibili-di-centinaia-di-clienti/

Mediavideo Antenna3

Ricatto ed estorsione a un commercialista: 4 arresti La banda aveva rubato al professionista uno smartphone che conteneva i dati sensibili di centinaia di clienti

di  Redazione web

polizia arrestoLa squadra mobile della questura di Massa-Carrara ha arrestato a La Spezia, Sarzana e Marino, in provincia di Roma, tre italiani per furto ed estorsione ai danni di un commercialista, promotore finanziario di Massa. A far parte della banda un quarto soggetto, attualmente già detenuto nel carcere di La Spezia per lo stesso motivo. In manette sono finiti Daniele Pistolesi, 32 anni, originario di La Spezia, lavorava per una società di intermediazione mobiliare e aveva intrecciato rapporti professionali con il commercialista residente a Massa, Francesco Graziano. Pluripregiudicato per rapina ed altri reati contro il patrimonio, originario di Palermo e residente dapprima a la spezia e poi emigrato in Germania (attualmente detenuto), Massimo Bosco di Sarzana, poco più che trentenne, già pregiudicato, che materialmente compie l’azione intimidatoria dell’incendio al portone dell’ufficio del commercialista, e infine Bruno Cavalera, brindisino, dapprima residente in Lunigiana e poi ultimamente in provincia di Roma, a Marino, quale altro componente del gruppo e complice di Bosco per una delle azioni intimidatorie. I quattro hanno prima rubato uno smartphone al commercialista e poi gli hanno chiesto 150.000 euro per restituirlo. Nell’apparecchio erano contenuti i dati sensibili di centinaia di clienti del professionista.

ore: 17:42 | 

comments powered by Disqus