ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

sabato, 28 dicembre, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/12/28/tariffe-da-gennaio-luce-07-gas-invariato/

Mediavideo Antenna3

Tariffe: da gennaio luce +0,7%, gas invariato

di  Redazione web

elettrodottoDal primo gennaio le tariffe per la luce aumenteranno dello 0,7%, mentre quelle del gas rimarranno invariate. Lo ha stabilito l’Autorità per l’energia. L’aggravio per una famiglia media sarà pari a 4 euro su base annua. L’incremento dello 0,7% della bolletta della famiglia tipo è determinato dall’introduzione dal mese di gennaio di un nuovo onere generale di sistema, la componente ‘Ae’, per finanziare le agevolazioni alle imprese manifatturiere con elevati consumi di energia elettrica introdotte dalla legislazione. Lo afferma nella nota l’Autorità per l’energia. Questa componente, da sola, ha determinato un incremento dell’1,6% della spesa complessiva tutta legata agli oneri generali di sistema, a cui si aggiunge il +0,3% delle tariffe per i servizi di trasmissione, distribuzione e misura riferibili a componenti ‘amministrate’ della bolletta: questi aumenti sono stati controbilanciati da un forte calo dei costi del chilowattora (-1,2%) riferito invece ad un’attività in libera concorrenza

Rincari a pioggia a partire dal prossimo 1 gennaio. Lo lamenta il Codacons sottolineando che gli aumenti colpiranno i servizi postali, i trasporti locali, i rifiuti, caffè, snack e bibite dei distributori automatici. Tra il 2012 e il 2013 – afferma il Codacons – le tariffe locali e nazionali hanno già registrato incrementi più alti della media Ue, con i trasporti, cresciuti del 5,3%, l’acqua potabile +6,7% e i rifiuti +4,7%. Ma sono cresciuti anche i prezzi dei taxi (+5,2%), la telefonia (+9,9%), i pedaggi autostradali (+4,1%), e le tariffe postali (+10,1%). Un discorso a parte – prosegue l’associazione – meritano le tariffe di luce e gas. Se da un lato nel settore energetico nell’ultimo periodo si sono registrate riduzioni delle tariffe, dall’altro gli italiani continuano a pagare per l’energia più che nel resto d’Europa. Solo nel 2012, infatti, le famiglie italiane hanno visto crescere la loro bolletta elettrica dell’11,2% contro una media europea del 6,6%, mentre per il gas l’incremento è stato del 10,6%, contro una il 10,3% del resto d’Europa”. Quanto alle lettere e Raccomandate più care il Codacons attacca: ”così gli utenti rischiano di pagare l’ingresso di Poste Italiane in Alitalia, e quindi il salvataggio della compagnia aerea”. Il Codacons annuncia un ricorso al Tar del Lazio contro il provvedimento dell’Agcom che permette a Poste Italiane di incrementare il prezzo della posta.

ore: 12:06 | 

comments powered by Disqus