ore:  14:59 | allerta codice giallo per rischio temporali forti dalle ore 00:00 fino alle ore 14.00 di Domenica 1 agosto 2021., mareggiate dalle ore 15,00 alle 23,59 di Domenica 1 Agosto 2021

ore:  14:13 | allerta colore giallo per temporali forti a partire dalle ore 00.00 Martedì, 27 Luglio alle ore 18.00 Martedì, 27 Luglio 2021

ore:  13:15 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti dalle ore 13:00 fino alle ore 22.00 di Venerdì, 16 Luglio 2021.

ore:  15:33 | Codice giallo per vento forte e mareggiate sulla costa e l’Arcipelago fino al 14 luglio

ore:  12:27 | Allerta codice Giallo per temporali e mareggiate, domani, martedi 13 luglio dalle 8 alle 23.59

giovedì, 28 novembre, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/11/28/il-corpo-boschivo-ittico-ambientale-allarga-i-suoi-orizzonti-una-risorsa-per-lambiente-e-il-turismo/

Mediavideo Antenna3

IL CORPO BOSCHIVO ITTICO AMBIENTALE ALLARGA I SUOI ORIZZONTI. UNA RISORSA PER L’AMBIENTE E IL TURISMO

di  Redazione web

protezione civileIl progetto Cor.b.i.a. (Corpo boschivo ittico ambientale) nasce nel novembre 2012 su idea del comandante Simone Badalamenti, 1° dirigente regionale, coadiuvato da Cinzia Paolisso Alberti, Manuela Inghirami e Gianluca Misuri, in qualità di commissari coordinatori regionali, da Riccardo Raffi, vice comandante regionale, e da Alessandro Laffi e Lucia Badalamenti, rispettivamente comandante provinciale e vice comandante provinciale della provincia di Livorno. Questi costituiscono il “Consiglio direttivo regionale”, con l’obiettivo di creare un corpo di vigilanza ambientale, ittico, venatorio, zootecnico e di protezione civile con il compito di salvaguardare l’ambiente, reprimere reati da inquinamento e tutelare la fauna. Il Cor.b.i.a. si è già attivato nella provincia di Massa Carrara, ricevendo l’elogio dell’amministrazione per il lavoro svolto – ad esempio – nella riqualificazione, nella trascorsa estate, del parco didattico del Wwf a Ronchi. I comuni di Massa, Forte dei Marmi e San Vincenzo sono interessati alla tutela dell’ambiente, a tal proposito il Cor.b.i.a. ha organizzato due corsi di formazione per vice ispettori ambientali, uno a Massa e l’altro a San Vincenzo, che stanno preparando 68 persone alla vigilanza nel territorio apuano e livornese. A breve partiranno nuovi corsi per agenti e vice ispettori nelle province di Lucca, Pisa, Grosseto, Siena e Arezzo, andando così a garantire un servizio costante di pattugliamento nell’80% della Toscana: dalle 135 unità attuali, infatti, si passerà ad averne in servizio 410, operative nei prossimi 4 mesi, fino ad avere un organico di 550 persone tra 6/8 mesi. I corsi di formazione – precisa Badalamenti – “non hanno nulla a che vedere con quelli organizzati dell’E.s.a.f cfv, contrariamente a quanto dichiarato da altre persone non informate correttamente”. Il progetto prevede un comando regionale a Massa, 9 comandi provinciali, di cui 4 già operativi e coordinati da Alessandro Laffi a San Vincenzo, da Lucia Badalamenti a Cecina, da Sara Guidi a Pescia (presto anche a Portoferraio e Montioni) e un comando provinciale per il servizio di vigilanza in mare a Lajatico e Marina di Pisa, oltre a Forte dei Marmi, così da rispondere celermente e in modo capillare alle esigenze dei comuni; sono inoltre previsti 30 distaccamenti provinciali. Tutto questo è possibile grazie agli accordi siglati con il Comune di Massa, nello specifico con il sindaco Alessandro Volpi, Uilian Berti e Giuliano Vitaloni, con il Comune di San Vincenzo, la Provincia di Livorno e il Comune di Forte dei Marmi, e genererà 25/30 nuovi posti di lavoro su Massa e provincia e altri 30 posti circa in ognuna delle provincie interessate. Le nuove figure, oltre alla vigilanza, saranno impiegate nella parte amministrativa e nelle strutture ricettive in cui si svilupperanno programmi di educazione ambientale, come nel nuovo centro didattico ambientale e faunistico di tipologia “ex situ” (cervi, daini, caprioli, cavalli, asini, mucche, animali da cortile etc.) presto operativo anche grazie agli studenti dell’ateneo di Pisa che parteciperanno attivamente, soffermandosi nelle strutture, per elaborare le proprie tesi di laurea e per attività di ricerca e tirocinio. La collaborazione con l’università è possibile in seguito agli accordi con la Prof. Gianfardoni e il Prof. Intorre, direttore e vice direttore del dipartimento di veterinaria; questo ufficio si occuperà di curare i nostri animali, oltre al recupero quelli feriti che necessitano di cure riabilitative; con il Prof. Roger Fuoco del dipartimento di chimica e chimica industriale per quanto riguarda le analisi sull’inquinamento ambientale, con il dipartimento di scienze forestali e agrarie per la riqualificazione del territorio e l’insegnamento delle materie ambientali ai bambini delle scuole che visiteranno il centro didattico, con il dipartimento di biologia marina per la salvaguardia delle risorse ittiche e marine. Questo progetto prevede più divisioni operative: divisione vigilanza si occupa della sorveglianza ambientale, ittica venatoria e zootecnica; divisione Intelligence si occupa di creare e pianificare strategie tecniche per particolari missioni e di valutazione delle indagini ambientali; divisione stampa diffusione delle notizie inerenti alle attività interne ed esterne al Corpo; divisione formazione creazione di nuove reclute; divisione protezione civile prevenzione antincendio boschivo e pronto intervento su disastri ambientali h24; comparto sanitario pronto a partire per disastri ambientali e dare supporto medico; culto religione cattolica ; gruppo sportivo per sponsorizzare il proprio gruppo sportivo o fare da sponsor; divisione disciplinare ; rapporti con gli stati maggiori, creare rapporti di collaborazione con tutti gli enti ; attività promozionali ; reparto investigazione ambientale elabora indagini e raccoglie informazioni ambientali e fotografiche; reparto analisi ambientali esegue analisi di ogni tipo; divisione trasporti si occupa di mantenere sempre in ottimo stato i propri mezzi ; ricerca scientifica università. Per ogni comando saranno presenti: una sala radio operativa, una sala meteo, un centro didattico ambientale e faunistico, un servizio di vigilanza ambientale, un servizio di vigilanza a cavallo, un servizio di vigilanza marina per i comandi costieri, un reparto di unità supporto cinofila, una divisione veterinaria e di soccorso, un laboratorio analisi per l’inquinamento ambientale. Tutti coloro che sono interessati a far parte del Cor.b.i.a., possono iscriversi ai prossimi corsi per agenti e vice ispettori (se laureati) che partiranno da Gennaio 2014, per completare la territorialità delle provincie di Grosseto, Siena e Arezzo, inviando un’e-mail a: presidenzacorbia@gmail.com, allegando curriculum vitae, copia fotostatica del documento di identità e codice fiscale.

ore: 15:38 | 

comments powered by Disqus