ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

lunedì, 28 ottobre, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/10/28/dibattito-marmo-intervento-del-presidente-dellassociazione-industriali/

Mediavideo Antenna3

Dibattito marmo, intervento del Presidente dell’Associazione Industriali.

di  Redazione web

cava marmoI dati sul mondo del marmo esistono e sono ben più recenti di quelli citati  dalla CISL. Sono quelli del Rapporto Economia 2012 di ISR ed evidenziano (pag. 138)  che  a  valle di  circa mille persone che  lavorano direttamente nelle cave, esiste una filiera produttiva molto articolata che va dai  commercianti ai camionisti, dai laboratori che trasformano alle aziende che producono macchinari e attrezzature. Il complesso di tutte queste attività, incluso l’indotto,  distribuisce un reddito a 12.517 persone. Se nella nostra provincia non c’è stato un vero e proprio disastro economico è perché, nonostante la pesante crisi che ha coinvolto tutto il mondo produttivo, questo settore ha retto grazie alla sua capacità di spostare sul mercato internazionale la produzione persa nel mercato italiano. Quando si parla di filiera e di occupazione occorre infine non dimenticare che nel passato una quota rilevante dell’occupazione a valle era legata alla lavorazione del granito che di fatto è totalmente scomparsa, e se non ci sono stati cali occupazionali drammatici significa che la lavorazione del bianco si è notevolmente incrementata come del resto dimostrano tutti i dati statistici degli ultimi anni.

Di fronte a questa realtà ci sembra un vero e proprio populismo qualunquista quello di coloro che, senza aver mai distribuito reddito o pagato regolarmente un solo stipendio, propongono insensate speculazioni ideologiche come  “le vie del vino” al posto “delle vie del marmo”. Speculazioni miranti al raggiungimento di una leadership politica alle spalle della gente a cui resterebbero soltanto macerie.

L’attività nel settore del marmo va avanti da duemila anni e ha creato la ricchezza monumentale del nostro paese come pure ancora oggi è alla base delle più importanti realizzazioni architettoniche nel mondo. Se i nostri prodotti sono così ricercati, vuol dire che ci siamo inseriti appieno nella capacità italiana di essere il riferimento mondiale per il bello; Firenze lo è per la moda e Carrara lo è per il  marmo.

Questo è ciò che hanno fatto i nostri imprenditori e di questo siamo profondamente orgogliosi. Lo fanno  quotidianamente nel rispetto delle norme sotto il rigido controllo di USL,  Arpat,  Comune, Provincia e Regione, lo fanno per le loro aziende, per i loro dipendenti, lo fanno per quelle 12.000 persone che da questo mondo traggono le risorse per vivere.

ore: 16:42 | 

comments powered by Disqus