ore:  14:01 | Ghiaccio, codice arancione per lunedì 15 febbraio su quasi tutta la Toscana

ore:  11:28 | Emessa allerta codice Giallo per Rischio Ghiaccio, dalle ore 20:00, di Sabato 13 Febbraio 2021, fino alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 fino alle ore 23:59 di Domenica 14 Febbraio 2021

ore:  12:12 | allerta Gialla per Rischio Idrogeologico reticolo minore dalle ore 17:00 di Sabato 30 Gennaio, fino alle ore 02:00, di Domenica 31 Gennaio 2021;

ore:  12:38 | allerta Arancione per Ghiaccio dalle ore 18:00 di Lunedì 25 Gennaio 2021, fino alle ore 12:00, di Martedì 26 Gennaio 2021

ore:  12:48 | allerta Arancione per Mareggiate attualmente in corso fino alle ore 23:59 di Sabato 23 Gennaio 2021;Allerta gialla per rischio Idrogeologico reticolo minore, mareggiate e vento fino alle ore alle 23:59 Di Domenica 24 Gennaio 2021.

giovedì, 24 ottobre, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/10/24/decreto-pa-accolti-gli-emendamenti-dellon-nardi-sel-per-la-stabilizzazione-dei-precari-delle-province/

Mediavideo Antenna3

Decreto PA, accolti gli emendamenti dell’on. Nardi (SEL) per la stabilizzazione dei precari delle Province

di  Redazione web

martina_nardi_selContratti prorogati di un anno e la possibilità di essere assunti presso altre pubbliche amministrazioni del territorio: con i due emendamenti al Decreto PA proposti dalla deputata toscana di SEL Martina Nardi e approvati oggi dalla Camera si apre una nuova speranza per la stabilizzazione dei dipendenti precari delle Province.

“Si tratta di due provvedimenti specifici, ma molto importanti per questi lavoratori, ai quali si offre una possibilità concreta di essere stabilizzati – spiega la deputata – Il primo emendamento, assorbito nel testo, prevede la proroga di un anno della durata dei contratti in scadenza, dando così fiato ai dipendenti e alle loro famiglie in una fase di grande incertezza sul loro futuro”.

“Il secondo emendamento, accolto dall’Aula – prosegue Nardi – prevede invece che possano partecipare ai concorsi banditi da altri enti dello stesso territorio provinciale, venendo ricompresi nella quota riservata ai precari di ciascun ente. In questo modo si facilita la stabilizzazione, ferma restando la necessità, prima, di vincere il concorso. Di questa misura, nella nostra regione, beneficeranno, ad esempio, i 111 precari dei Centri per l’Impiego, ma anche altri lavoratori in carico alle Province. Non si tratta, certo, di numeri enormi – conclude la parlamentare – ma in questa fase economica è importante non disperdere nemmeno un posto di lavoro, soprattutto in un territorio come il nostro già duramente provato dalla crisi”.

ore: 19:19 | 

comments powered by Disqus