ore:  11:45 | Maltempo, codice giallo per temporali e rischio idrogeologico per tutta la regione

ore:  10:55 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore e temporali forti dalle ore 22.00 di Giovedì 15 Ottobre alle ore 10.00 di Venerdì 16 Ottobre 2020

ore:  12:40 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico reticolo minore dalle ore 18.00 di Mercoledì 14 Ottobre alle ore 13.00 di Giovedì 15 Ottobre 2020

ore:  14:14 | Esteso a domani allerta meteo di codice ‘giallo’. Attesi anche forti venti nell’area fiorentina

ore:  13:40 | allerta colore giallo per rischio idrogeologicoidraulico- temporali forti -mareggiate e vento a partire dalle ore 20.00 Martedì, 06 Ottobre alle ore 12.00 Mercoledì, 07 Ottobre 2020

mercoledì, 23 ottobre, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/10/23/giovedi-inaugurazione-del-%e2%80%9cpiazzale-citta-di-massa%e2%80%9d-e-del-molo-di-levante/

Mediavideo Antenna3

Giovedi Inaugurazione del “Piazzale Città di Massa” e del Molo di Levante

di  Redazione web

piazzale citta di massa fotoL’Autorità Portuale di Marina di Carrara, insieme a tutta la comunità portuale e marittima, inaugurerà domani 24 ottobre due importanti opere portuali, che andranno a potenziare significativamente la dotazione infrastrutturale dello scalo.

La prima opera è il Piazzale Città di Massa, ampliato di 77.000 metri.

La seconda è costituita dall’adeguamento tecnico-funzionale del Molo di Levante (banchina Fiorillo) che è stato allargato di 40 metri verso mare, con un incremento di superficie di 12.000 mq. Nel complesso i nuovi piazzali costituiscono un raddoppio della dotazione di aree che lo scalomarinello mette a disposizione delle merci e delle operazioni portuali.

I dati tecnici delle due opere sono riportati nella scheda allegata al presente comunicato.

L’importante obiettivo è stato raggiunto grazie ad un’attenta attività di progettazione e di esecuzione dei lavori, finalizzata a perseguire gli standard tecnici ed ambientali più elevati. In particolare i nuovi piazzali, come tutte le altre banchine del porto, sono serviti da impianti di filtrazione delle acque meteoriche di ultima generazione, che rappresentano una dotazione d’eccellenza dello scalo di Marina di Carrara rispetto al panorama nazionale. L’efficienza del sistema di depurazione delle acque drenate dai piazzali, insieme ai potenti impianti di produzione di energia solare già in funzione ed a quelli ulteriormente previsti sulle coperture di tutti i fabbricati esistenti in ambito portuale, sono una concreta dimostrazione della grande attenzione che l’Autorità Portuale di Marina di Carrara rivolge alle tematiche della sostenibilità ambientale delle infrastrutture. Il Presidente dell’Autorità Portuale, Francesco Messineo, rivolge un sincero apprezzamento alle imprese appaltatrici, ai tecnici responsabili delle procedure, delle progettazioni, delle direzioni dei lavori ed a tutto lo staff dell’Autorità Portuale per l’eccellente lavoro svolto, concluso senza un giorno di ritardo rispetto ai tempi programmati. Il Presidente Messineo sottolinea che l’inaugurazione di queste opere mette il porto in condizione di affacciarsi verso nuovi mercati e nuove tipologie merceologiche, creando le condizioni intercettare l’imminente ripresa. Tali opportunità sono confermate dall’interesse manifestato da importanti operatori dello shipping, pronti a scegliere il porto di Marina di Carrara per l’attivazione di nuovi traffici.

Il potenziamento dello scalo darà la possibilità di offrire servizi di logistica ampi e integrati a beneficio delle aziende che operano nel territorio, in particolare per i futuri progetti della GE Oil&Gas – Nuovo Pignone. La realizzazione del progetto del water-front e l’approvazione del nuovo Piano Regolatore Portuale completeranno l’offerta infrastrutturale del porto, razionalizzando la gestione dei traffici commerciali ed elevando la qualità del tessuto urbano.

All’inaugurazione prenderanno parte l’Assessore ai Trasporti della Giunta Regionale Toscana, Vincenzo Ceccarelli, il Vice Prefetto Reggente di Massa Carrara, Anna Mitrano, il Sindaco di Carrara, Angelo Zubbani, i rappresentanti delle istituzioni, delle imprese e gli operatori della portualità e dell’economia del mare. Su invito dell’Autorità Portuale, le imprese realizzatrici delle opere hanno convenuto di improntare la cerimonia di inaugurazione alla massima sobrietà, offrendo piuttosto il proprio contributo all’iniziativa “Pietre Sacre” della Diocesi di Massa Carrara e Pontremoli, finalizzata al restauro delle chiese della Lunigiana danneggiate dagli ultimi eventi sismici.

SCHEDA TECNICA

Lavori di Completamento del piazzale Città di Massa

Inizio Lavori: 03.05.2012

Fine Lavori: 30.08.2013

Importo dei lavori: 12.948.499,70 euro

Impresa esecutrice: Grandi Lavori Fincosit SpA, Roma

Responsabile del Procedimento: Geom. Domenico Ciavarella

Progettista e Direttore dei Lavori: Ing. Ivano Melito

entrambi dell’Ufficio Tecnico dell’Autorità Portuale.

Superficie: 77.000 metri quadri

I lavori sono stati ultimati nei tempi previsti, senza alcun ritardo.

Il progetto è stato approvato in via definitiva dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e

del Mare e sotto il profilo tecnico-economico dal Comitato Tecnico Amministrativo operante presso il

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti-Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per la Toscana- Umbria.

È stata realizzata la conterminazione del piazzale con il palancolato metallico e il pacchetto stradale in conglomerato bituminoso con l’interposizione di una membrana bituminosa impermeabile autoadesiva rinforzata con tessuto in fibra di vetro.

Il piazzale è dotato altresì dell’impianto antincendio, dell’impianto di illuminazione, della rete di

distribuzione dell’energia elettrica in Bassa Tensione, dell’impianto di trasmissione dati in fibra ottica, dell’impianto di videosorveglianza con telecamere dome IP e dell’impianto fonico di diffusione sonora, della rete di raccolta, di trattamento e di smaltimento delle acque meteoriche.

Lavori di Adeguamento tecnico-funzionale del Molo di Levante

Inizio Lavori: 14.09.2012

Fine Lavori: 27.09.2013

Importo dei lavori: 4.555.377,19 euro

Imprese esecutrici: Raggruppamento Temporaneo tra:

– Piacentini Costruzioni SpA di Modena (capogruppo mandatario)

– Nautilus srl di Venezia (mandante)

– Ediltecnica srl di Carrara (mandante).

Responsabile del Procedimento: Ing. Ivano Melito (dell’Ufficio Tecnico dell’Autorità Portuale)

Progettista: Ing. Paolo Contini di Roma

Direttore dei Lavori: Geom. Domenico Ciavarella (dell’Ufficio Tecnico dell’Autorità Portuale)

Superficie: 12.000 metri quadri

I lavori sono stati ultimati nei tempi previsti, senza alcun ritardo.

Il progetto è stato approvato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. È stata altresì svolta la

procedura statale di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi del D.Lgs. 152/2006 (Codice

dell’Ambiente) la quale si è conclusa con il giudizio positivo di compatibilità ambientale pronunciato nel

decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Ministro

per i Beni e le Attività Culturali, contenente i pareri allegati della Commissione Tecnica di Verifica VIA/VAS, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Toscana. I lavori hanno riguardato la costruzione di una nuova scogliera in materiale inerte di cava provenienti dai bacini estrattivi di Carrara, comprensiva di un nuovo muro paraonde, e la conseguente realizzazione del piazzale retrostante adibito alle operazioni portuali. Sul nuovo piazzale così ottenuto verrà prossimamente realizzato un fascio di binari ferroviari per il carico/scarico delle merci direttamente dalla banchina al convoglio ferroviario.

La scogliera è stata progettata e verificata con il più recente modello di calcolo basato sulla tecnica delle reti neurali sviluppato nell’ambito del progetto di ricerca internazionale CLASH (Crest Level Assessment of coastal Structures by full scale monitoring, neural network prediction and Hazard analysis on permissible wave overtopping) finanziato dall’Unione Europea al fine di garantire la sicurezza delle maestranze e delle operazioni portuali dalla tracimazione delle onde incidenti.

Per realizzare le due infrastrutture sono stati messi in opera:

– 432.000 tonnellate di materiale inerte e lapideo per i terrapieni e le scogliere;

– 77.000 metri quadrati di membrana bituminosa impermeabile con rinforzo in fibra di

vetro per l’impermeabilizzazione del piazzale Città di Massa;

– 17.500 metri cubi di asfalto per la pavimentazione stradale;

– 6 vasche per il trattamento delle acque meteoriche;

– 7 Km di cavi elettrici;

– 600 metri di linee in fibra ottica.

ore: 12:59 | 

comments powered by Disqus