ore:  14:59 | allerta codice giallo per rischio temporali forti dalle ore 00:00 fino alle ore 14.00 di Domenica 1 agosto 2021., mareggiate dalle ore 15,00 alle 23,59 di Domenica 1 Agosto 2021

ore:  14:13 | allerta colore giallo per temporali forti a partire dalle ore 00.00 Martedì, 27 Luglio alle ore 18.00 Martedì, 27 Luglio 2021

ore:  13:15 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti dalle ore 13:00 fino alle ore 22.00 di Venerdì, 16 Luglio 2021.

ore:  15:33 | Codice giallo per vento forte e mareggiate sulla costa e l’Arcipelago fino al 14 luglio

ore:  12:27 | Allerta codice Giallo per temporali e mareggiate, domani, martedi 13 luglio dalle 8 alle 23.59

venerdì, 21 giugno, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/06/21/relazione-di-dettaglio-alpi-apuane-ml-5-2-del-21-06-2013-dell-ingv/

Mediavideo Antenna3

Relazione di dettaglio: Alpi Apuane Ml 5.2 del 21.06.2013 dell’ INGV

di  Redazione web

allerta newsAlle ore 17.00 sono stati  quasi circa 70 gli eventi registrati dalla Rete Sismica Nazionale dopo l’evento di magnitudo Ml 5.2 delle 12.33 che ha interessato alcuni Comuni tra le Province di Lucca e Massa, in Lunigiana. Di questi, due eventi hanno avuto una magnitudo Ml 4.0 alle ore 14:12 e 16:23 ore italiane. Altri 11 eventi hanno avuto magnitudo maggiore o uguale di 3.0.

Relazione di dettaglio: Alpi Apuane (MASSA,LUCCA) Ml 5.2 del

2013-06-21 10:33:57 UTC;

Il giorno 21 Giugno 2013, la Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e

Vulcanologia (INGV) ha registrato alle ore 12:33 (ora locale) un terremoto di magnitudo (ML)

pari a 5.2 localizzato in Liguria nelle Alpi Apuane tra le province di Massa e Lucca. Le

coordinate ipocentrali sono: latitudine 44.153°Nord, longitudine 10.135°E, profondità circa 5

km. I comuni entro i 10 km dall’epicentro sono Minucciano, Casola, Fivizzano. Il Catalogo della

Sismicità Storica mostra nell’area interessata dall’evento odierno eventi di magnitudo

superiore a 5; tra questi segnaliamo quello avvenuto il 7 settembre del 1920 di magnitudo

Mw=6.5. La mappa di accelerazione di picco (ShakeMap) ha fornito per l’evento odierno una

registrazione pari a circa 10% g in una stazione localizzata a circa 10 km dall’epicentro. In

base alla Mappa di Pericolosità del territorio nazionale, l’evento ricade in un’area dove

l’accelerazione massima è compresa tra 0.17 e 0.2 g, e si riferisce a suoli rigidi con

probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni. L’evento è seguito finora (ore 16:20 italiane) da

più di 50 repliche, la più forte delle quali di Ml=4.0 è avvenuta alle ore 14:14 italiane. L’INGV

sta monitorando l’attività sismica dell’area interessata e ulteriori stazioni della rete sismica

mobile saranno installate nelle prossime ore. L’evento odierno è localizzato a circa 20 km ad

ovest degli eventi verificatisi a seguito del terremoto di M= 4.8 del 25/1/2013 (ore 15:48

italiane)

Il giorno 21 Giugno 2013, la Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e
Vulcanologia (INGV) ha registrato alle ore 12:33 (ora locale) un terremoto di magnitudo (ML)
pari a 5.2 localizzato in Liguria nelle Alpi Apuane tra le province di Massa e Lucca. Le
coordinate ipocentrali sono: latitudine 44.153°Nord, longitudine 10.135°E, profondità circa 5
km. I comuni entro i 10 km dall’epicentro sono Minucciano, Casola, Fivizzano. Il Catalogo della
Sismicità Storica mostra nell’area interessata dall’evento odierno eventi di magnitudo
superiore a 5; tra questi segnaliamo quello avvenuto il 7 settembre del 1920 di magnitudo
Mw=6.5. La mappa di accelerazione di picco (ShakeMap) ha fornito per l’evento odierno una
registrazione pari a circa 10% g in una stazione localizzafont-size: 14px; line-heighticentro. In
base alla Mappa di Pericolosità del territorio nazionale, l’evento ricade in un’area dove
l’accelerazione massima è compresa tra 0.17 e 0.2 g, e si riferisce a suoli rigidi con
probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni. L’evento è seguito finora (ore 16:20 italiane) da
più di 50 repliche, la più forte delle quali di Ml=4.0 è avvenuta alle ore 14:14 italiane. L’INGV
sta monitorando l’attività sismica dell’area interessata e ulteriori stazioni della rete sismica
mobile saranno installate nelle prossime ore. L’evento odierno è localizzato a circa 20 km ad
ovest degli eventi verificatisi a seguito del terremoto di M= 4.8 del 25/1/2013 (ore 15:48
italiane)

ore: 22:10 | 

comments powered by Disqus