ore:  14:59 | allerta codice giallo per rischio temporali forti dalle ore 00:00 fino alle ore 14.00 di Domenica 1 agosto 2021., mareggiate dalle ore 15,00 alle 23,59 di Domenica 1 Agosto 2021

ore:  14:13 | allerta colore giallo per temporali forti a partire dalle ore 00.00 Martedì, 27 Luglio alle ore 18.00 Martedì, 27 Luglio 2021

ore:  13:15 | allerta codice giallo per rischio idrogeologico idraulico e temporali forti dalle ore 13:00 fino alle ore 22.00 di Venerdì, 16 Luglio 2021.

ore:  15:33 | Codice giallo per vento forte e mareggiate sulla costa e l’Arcipelago fino al 14 luglio

ore:  12:27 | Allerta codice Giallo per temporali e mareggiate, domani, martedi 13 luglio dalle 8 alle 23.59

sabato, 16 marzo, 2013

http://www.antenna3.tv/2013/03/16/carrara-%e2%80%93-duro-colpo-allo-spaccio-di-cocaina-nuovi-arresti-dei-carabinieri/

Mediavideo Antenna3

Carrara – Duro colpo allo spaccio di cocaina: nuovi arresti dei Carabinieri.

di  Redazione web

CARABINIERI bravoAl termine di una prolungata e articolata attività d’indagine, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Carrara hanno dato esecuzione ad un provvedimento di fermo d’indiziato di delitto a carico di due giovani marocchini N.M. 23enne e A.R. 32enne, domiciliati nella frazione di Marina di Carrara in Via Delle Pinete.

I due stranieri sono risultati essere al centro di una complessa rete di spaccio che, negli ultimi mesi, si era sviluppata su tutto il territorio cittadino; i Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Massa, sono riusciti a documentare e filmare le innumerevoli cessioni di cocaina degli extracomunitari in favore di tossicodipendenti, che in taluni casi provenivano anche da zone piuttosto lontane, come La Spezia, Santo Stefano Magra e Ceparana.

I due spacciatori riuscivano a fare anche 30-40 spacci al giorno; la cocaina, risultata essere di ottima qualità, come emerso dagli esami tossicologici, veniva venduta a 150 Euro al grammo.

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Carrara, grazie a specifiche attività di riscontro, unitamente all’esecuzione di numerosi servizi di osservazione e pedinamento, sono riusciti a ricostruire tutti i movimenti dei due stranieri i quali, proprio per non essere scoperti, evitavano di incontrarsi con gli acquirenti sempre negli stessi posti.

L’attività di spaccio, concentrata principalmente nelle frazioni di Marina di Carrara e Avenza, si protraeva fino a tarda notte: gli appuntamenti, finalizzati alla cessione della droga, avvenivano in zone piuttosto isolate.

Gli elementi acquisiti dai carabinieri a carico dei due spacciatori erano schiaccianti e per questo motivo, anche in considerazione del fatto che i due erano irregolari sul territorio nazionale, è stata richiesta al competente P.M. l’emissione di un decreto di fermo d’indiziato di delitto a loro carico, sussistendo il concreto pericolo di fuga.

La Procura della Repubblica di Massa ha emesso il provvedimento restrittivo nei loro confronti ed è scattato il blitz; il più giovane  è stato intercettato e fermato nei pressi della stazione ferroviaria di Avenza, mentre il suo complice è stato bloccato a bordo dell’autovettura di un giovane italiano, residente a Ortonovo (SP): i due si erano dati appuntamento sul viale XX Settembre e l’incontro era finalizzato alla cessione di due dosi di cocaina.

Dopo un breve inseguimento, l’auto a bordo della quale viaggiavano è stata fermata in Via Aurelia; il marocchino aveva appena intascato 100 Euro, ma il pronto intervento dei Carabinieri ha interrotto l’attività di spaccio.

La successiva perquisizione ha consentito di sottoporre a sequestro altre tre dosi di cocaina, delle quali A.R. provava a disfarsi, oltre a duecento euro in contanti.

Per i due fermati si sono aperte le porte del carcere di Massa.

I Carabinieri non si sono fermati al loro arresto e per questo motivo, dopo aver localizzato l’abitazione nella quale i due vivevano, hanno voluto verificare se la documentazione di locazione fosse in regola.

Dopo aver convocato in caserma il proprietario di casa, lo hanno denunciato in stato di libertà per il reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina: aveva fittato l’appartamento in nero, senza contratto, ai due soggetti stranieri, risultati essere privi di permesso di soggiorno e quindi clandestini.

ore: 12:15 | 

comments powered by Disqus