“E’ un’ottima decisione, la migliore che i vertici del Pd potessero prendere”. E’ questo il commento a caldo di Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana, alla notizia delle primarie aperte per la scelta dei candidati parlamentari, presa questa mattina nell’incontro fra Bersani e i segretari regionali e annunciata dal vice segretario Letta.

“E’ una vittoria per quanti hanno fin da sempre sostenuto la necessità che a scegliere i rappresentanti in Parlamento fossero i cittadini elettori. Voteremo purtroppo con una pessima legge elettorale ma noi, come Pd, chiederemo a iscritti e simpatizzanti chi vogliono a rappresentarli. Questo è una scelta – continua Giurlani – che permetterà di ampliare la base elettorale del partito. Credo che sia un’opportunità per mettere in campo forze nuove e capaci e per misurare il reale gradimento dei candidati. Vorrei infine sottolineare – conclude Giurlani – che così facendo si potranno inserire nel dibattito politico tematiche troppo spesso trascurate. Spero proprio che questa sia l’occasione giusta per portare in primo piano le necessità e i bisogni di territori troppo spesso dimenticati come quelli montani: un’agenda di governo che si rispetti non può non tenere conto delle istanze di zone più marginali e dunque più svantaggiate. Forse è giunto il momento che qualcuno se ne faccia carico personalmente per rappresentarle al meglio nelle aule parlamentari?”.