Un recente parere del Ministero dei trasporti a mezzo di una circolare ha rilevato che non è possibile da parte dei comuni installare sistemi automatici per il controllo dell’eccesso di velocità sui tratti stradali che attraversano comuni con meno di 10mila abitanti senza il nulla osta dell’ente proprietario della strada.

In conseguenza di tale rilievo, dovrebbero considerarsi nulli tutti i verbali contestati a mezzo rilevatori di velocità automatici installatati sulle vie dei piccoli comuni senza preventiva autorizzazione da parte del soggetto proprietario della strada.

È noto, che ai sensi dell’articolo 26 comma 3 del Codice della Strada “Per  i  tratti  di  strade  statali,  regionali  o  provinciali, correnti nell’interno di centri abitati con popolazione  inferiore  a diecimila abitanti, il rilascio di concessioni e di autorizzazioni è di competenza del comune, previo nulla  osta  dell’ente  proprietario della strada”.