Stipendi a singhiozzo e riposo festivo che va a farsi benedire; continue richieste di lacvoro straordinario e buste paga che non si vedono.Da Prato si estende a Massa e ad Aulla la “crisi” di Stefan, catena di magazzini low cost con una quarantina di punti vendita in Toscana e fuori regione. A lanciarev l’allarme è la segreteria provinciale della Uil Tucs che prla di rischio per l’occupazione. Alcune commesse, intanto, hanno deciso di licenziarsi per giusta causa (cioè pechè non vengono pagate) per ottenere l’indennità di disoccupazione. Una quindicina i dipendenti del negozio di Massa, altrettanti quelli di Aulla