Imbraccia una pistola mitragliatrice perchè diceva di aspettare “l’arrivo dei comunisti sovietici”. Un pensionato di 87 anni è uscito per strada armato seminando il terrore nella piccola frazione di Caniparola, nel comune di Fosdinovo (in provincia di Massa Carrara). E  quando sono arrivati i carabinieri coi giubbotti antiproiettile ha dato in escandescenze ancor di più, opponendosi alla perquisizione della sua abitazione.

I militari lo hanno bloccato e denunciato per porto clandestino di arma da guerra, resistenza a pubblico ufficiale e calunnia perchè avrebbe detto di essere stato picchiato dai carabinieri.
L’anziano aveva in pugno una vecchia mitraglietta Mauser C6 calibro 7,63 di fabbricazione tedesca che i carabinieri hanno sequestrato e che faceva parte di uno stock di armi acquistate dal Regno d’Italia per armare i militari della Marina tra il 1896 e il 1935.

La pistola che era di proprietà del padre dell’anziano, deceduto molti anni fa, non avrebbe comunque mai potuto sparare. Del caso sono stati interessati anche i servizi sociali del Comune di Fosdinovo